Cerca

Scoperte

Sesso con il robot: tra 50 anni potrebbe essere la norma

Sesso con il robot: tra 50 anni potrebbe essere la norma

Gli esseri umani potrebbero presto avere rapporti sessuali con robot: sembra un'idea rivoltante, ma tra non molto potrebbe essere la norma. A sostenerlo è Helen Driscoll, esperta di psicologia del sesso e relazioni dell'Università di Sunderland, in Gran Bretagna. Secondo la dottoressa, si legge su The Mirror, i progressi nella tecnologia sono destinati a cambiare radicalmente nei prossimi anni il modo in cui gli esseri umani interagiscono con i robot. Il "sex tech" sta già avanzando a un ritmo veloce e entro il 2070, assicura Driscoll, le relazioni fisiche potranno sembrare primitive. "Tendiamo a considerare la realtà virtuale e il sesso robotico nel contesto attuale. Ma se ripensiamo alle norme sociali sul sesso che esistevano solo 100 anni fa, è evidente che sono cambiate rapidamente e radicalmente".

La robophilia insomma potrebbe non essere più fantascienza. "Quando la realtà virtuale diventerà più realistica e coinvolgente e sarà in grado di imitare e anche migliorare l'esperienza del sesso con un partner umano, è possibile che alcuni la preferiranno rispetto al sesso con un essere umano meno che perfetto". "Le persone - aggiunge - potrebbero anche cominciare a innamorarsi dei loro partner virtuali".

Lo ha raccontato anche, di recente, nel film Her di Spike Jonze, in cui il personaggio interpretato da Joaquin Phoenix si innamora di un sistema operativo. "Può sembrare scioccante", ha detto Driscoll, ma "già oggi le persone si innamorano di personaggi di fantasia benché non ci sia alcuna possibilità di incontrarli e interagire con loro".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog