Cerca

Il caso

Ezio Greggio: "Ecco come stanno le cose col Fisco"

Ezio Greggio: "Ecco come stanno le cose col Fisco"

Dopo la sanzione del Fisco Ezio Greggio si confessa in un'intervista al Corriere della Sera e racconta come stanno le cose sulla mega santaoria da 20 milioni di euro: "Io non devo pagare quella cifra né tantomeno devo mettermi in regola col Fisco: lo sono sempre stato. Lo ha anche detto recentemente una sentenza a mio favore". Sulle contestazioni del fisco su presunte scorrettezze nei rapporti con la società irlandese, la "Wolf Pictures Ltd", Greggio è chiaro: "È la società che utilizza i miei diritti, e che da oltre vent’anni produce e distribuisce film all’estero. Il problema è nato sull’interpretazione di norme sulle ritenute che non dovrebbero essere applicate in Italia". Poi il conduttore di Striscia parala anche del lato umano della vicenda: "A dire il vero sono molto di più i messaggi di solidarietà che ho ricevuto. Ho la coscienza a posto. Ne ho parlato anche con Antonio Ricci. Abbiamo parlato quando mesi fa aveva letto la notizia su un giornale. L’ho tranquillizzato dicendogli che la mia residenza a Montecarlo era reale. E lui: “Peccato, speravo nell’arresto così potevo rinnovare il cast di Striscia “.

La casa di Monaco - E il Fisco ora vuole anche vederci chiaro sulla sua residenza a Monaco che le ha permesso di vedere tassati i suoi redditi in misura molto minore che in Italia.  Ma Greggio si difende: "Intanto io ho sempre pagato tutte le imposte fino all’ultimo centesimo in Italia, lo dice anche la sentenza. Poi, Fisco e Tribunali hanno stabilito che ero regolarmente residente all’estero. In Italia al massimo lavoro 4 mesi l’anno. Non era una residenza fittizia: lì avevo casa, famiglia, interessi economici. A un certo punto mi hanno chiesto di pagare come se fossi residente in Italia e quando il Fisco con la gentilezza e il tatto che li contraddistingue ti chiede un favore...come fai a negarglielo?".  Infine parla del suo futuro: "All’inizio dell’autunno sarò occupato su un progetto americano, molto ambizioso. Appena mi sarà possibile, come ho fatto negli anni scorsi, tornerò dietro al bancone di Striscia". 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Boaprince

    31 Luglio 2014 - 18:06

    Senta egregio sig. Greggio, non sprechi il fiato inutilmente. Tutti sappiamo come stanno le cose. Voi ricconi avete già calcolato tutto quando mettete la finta residenza nei paradisi fiscali. Il gioco così funziona: Non pagate le tasse dovute dove si svolge l'attività, poi di fronte al fisco che vi chiede di rientrare patteggiate patteggiate ad 1/4 del dovuto. In questo modo avete fregato tutti!

    Report

    Rispondi

  • info

    31 Luglio 2014 - 16:04

    Per un errore del fisco io ho ceduto la mia azienda.Neanche le scuse ho ricevuto.

    Report

    Rispondi

  • marfax52

    31 Luglio 2014 - 16:04

    Stanno arrivando cartelle pazzesche ma queste canaglie han capito di aver perso qualunque credibilità? Lo stato Italiano che è cosa diversa dall'Italia e da gran parte degli italiani, mi fa vomitare!

    Report

    Rispondi

  • antari

    31 Luglio 2014 - 16:04

    Dopo aver patteggiato diventano tutti innocenti?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog