Cerca

Combattere in terrorismo

Cia, la bambola di Bin Laden per spaventare i bambini pakistani. Col calore il volto diventa un demone

Cia, la bambola di Bin Laden per spaventare i bambini pakistani. Col calore il volto diventa un demone

Droni, satelliti, spie, informatori, dispositivi elettronici vari. Per oltre un decennio la Cia le ha tentate tutte per smantellare la rete di Al Qaeda in Pakistan, mettendo in campo perfino i giocattoli. Nel 2005 l’agenzia di intelligence avviò un programma segreto per realizzare un bambolotto con le fattezze di Osama Bin Laden che, al contatto con il calore delle mani, rivelava un volto demoniaco con occhi spiritati e minacciosi tatuaggi  tribali.

Bambole minacciose - Il progetto, che ebbe vita breve, aveva uno scopo semplice: spaventare i bambini e i loro genitori per spingerli a voltare le spalle al vero Bin Laden. Il nome del pupazzo, non a caso, era “Devil Eyes”, occhi di diavolo. Per realizzarlo, rivela il Washington Post, la Cia si rivolse ad una delle menti più creative del settore: Donald Levine, ex dirigente della  Hasbro e “padre” di G.I. Joe, il bambolotto militare che nelle sue  varie versioni dal 1964 ha fruttato all’azienda Usa oltre 5 miliardi di dollari.

La produzione - Non è chiaro quanti Bin Laden giocattolo furono effettivamente prodotti. Sembra che dalle fabbriche cinesi ne uscirono qualche centinaio di esemplari, uno dei quali effettivamente visionato dal Washington Post. La partita venne spedita in un container a Karachi, in Pakistan, nel 2006. La Cia, che non smentisce di aver ordinato la produzione dei giocattoli, si limita a dire che il progetto venne abbandonato dopo la consegna dei primi prototipi. Per il portavoce  dell’agenzia Ryan Trapani, “a quanto ne sappiamo ne furono creati solamente tre”. La Cia non esclude però che qualcuno, magari proprio in Cina, possa avere avuto l’idea di produrne e distribuirne altri. Dei tre prototipi “ufficiali” del Bin Laden giocattolo, uno è ancora custodito nel quartier generale di Langley.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog