Cerca

Cambio in tv

Palinsesti Rai, la Gialappa's Band lascia "Le Iene" e va a "Quelli che il calcio" con Savino

Palinsesti Rai, la Gialappa's Band lascia "Le Iene" e va a "Quelli che il calcio" con Savino

"Proprio ieri abbiamo raggiunto un accordo con la Gialappa's Band che dalla prossima stagione affiancherà Nicola Savino a Quelli che il calcio". Lo ha annunciato il direttore di Rai2 Angelo Teodoli, durante la presentazione dei palinsesti della prossima stagione Rai, a Milano. Il trio formato da Marco Santin, Carlo Taranto e Giorgio Gherarducci "festeggerà così i 30 anni di carriera" alla guida del programma, che "sarà rilanciato in maniera decisiva, con il calcio che tornerà ad avere un ruolo centrale, immagini dagli stadi e modalità di linguaggio al passo con i tempi". Lo storico trio di Mai dire gol fino alla scorsa stagione era impegnato con Mediaset ne Le Iene, insieme a Teo Mammucari e Ilary Blasi.

Savino: "Un sogno che si avvera" - L'arrivo della Gialappa's a Quelli che il calcio è "un sogno che si avvera", spiega Nicola Savino. "Per me - dice - sono una specie di modello e quando abbiamo provato, un po' per gioco, con un piccolo test, ci siamo trovati veramente a meraviglia. Sembrava che avessimo da sempre lavorato insieme". Da molti anni, aggiunge, "faccio radio e quindi sono abbastanza abituato ai loro ritmi, decisamente radiofonici. Questi due mondi si interfacciano molto bene".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mimmoamato

    24 Giugno 2015 - 14:02

    che perdita...a che servivano?

    Report

    Rispondi

  • machete883

    24 Giugno 2015 - 11:11

    povera italia nello sfascio generale ancora si ride con sti 4 ignoranti,,,! abbiamo quel che ci meritiamo!

    Report

    Rispondi

  • Marco P

    24 Giugno 2015 - 10:10

    Purtroppo sono diventati soltanto l'imitazione di loro stessi. Di quando erano originali e facevano ridere. Ora rimane soltanto il solito cliché, di loro che fanno finta di essere indignati e lanciano "l'insulto" al Mammuccari (o alla Blasi) di turno. Che ora diverrà Savino. Un po' come Fazio con la Litizetto. L'ultima volta che mi hanno fatto ridere è stato nelle telecronache delle partite in rad

    Report

    Rispondi

  • allecarlo

    24 Giugno 2015 - 10:10

    ....sai che perdita!! Ormai il loro tempo lo hanno fatto, e come sempre la rai non perdere occasione di spendere milioni per merce scaduta e fuori moda. Tanto paghiamo noi!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog