Cerca

Pasionaria

Maria Grazia Cucinotta sul Corriere della sera: "Lo Stato finanzi prima le donne vittime di violenze, poi rom e profughi"

19
Maria Grazia Cucinotta sul Corriere della sera: "Lo Stato finanzi prima le donne vittime di violenze, poi rom e profughi"

Lo Stato dovrebbe aiutare prima le donne e poi profughi e rom. L'assunto non viene dall'ultima dichiarazione del segretario della Lega Matteo Salvini, ma dall'insospettabile Maria Grazia Cucinotta e niente di meno che dalle pagine del Corriere della sera. L'attrice cura una rubrica di lettere al femminile nell'inserto Corriere sociale, con pagine tutte dedicate al terzo settore. Una lettrice ha chiesto consiglio alla Cucinotta per l'imminente separazione dal marito. Così l'attrice ha risposto: "Sono tante le storie come la tua. Donne costrette a subire perché lo Stato non le sostiene e come dici tu, non sanno come mantenersi e dove andare". Quindi la considerazione che ha fatto sollevare un polverone di polemiche: "Sento tutti i giorni finanziamenti verso rom o profughi, ma non sarebbe 'più giusto' pensare prima ai bisogno di donne, come Elisabetta, che pur volendo fuggire alla violenza si ritrovano da sole?". Apriti cielo. Su Facebook un Osservatorio sul razzismo in Italia si è scagliato contro l'opinione della Cucinotta: "Fare la scala del 'più giusto', di chi è più sfigato, chi merita essere aiutato e chi no. È qualcosa di disgustoso. A questo si aggiunga - pensano di chiarire gli attivisti - che i soldi per i profughi non sono dati dallo Stato italiano ma dall'Europa, e quindi non sarebbero spendibili per il caso citato e che tra i rom, che in maggioranza sono italiani o comunitari e hanno quindi gli stessi diritti di Elisabetta, vi sono tante donne che si trovano esattamente nella stessa situazione. Forse - concludono - è bene che di immigrazione ne parli chi abbia una minima conoscenza del tema e non solo chi opina per sentito dire".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ambastianelli

    17 Luglio 2015 - 13:01

    ho letto che i migranti sono voluti andare in calabria invece che in sardegna e il comandante ha obbedito!!! Vorrei sapere ma chi comanda in questo paese???? Ma a quando una rivoluzione con la R maiuscola???????

    Report

    Rispondi

  • loryanna

    02 Luglio 2015 - 11:11

    ha ragione lei, essere costretti a subire angherie e vedere soffrire i figli senza potersi separare, l'assistente sociale impotente, lo stato assente

    Report

    Rispondi

  • francesco assumma

    01 Luglio 2015 - 20:08

    Maria Grazia sono d'accordisssimo ed aggiungerei oltre alle donne vittime di violenza anche alle persone e famiglie indigenti e respingerei al Paese di provienza tutti i clandestini senza si e senza ma. Inoltre non farei più andare in onda tutte le trasmissioni televisive dove si parla di immigrati e di ISLAM dove partecipano persone pseudo-umanitarie o pseudo-religiose.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media