Cerca

Boom

Giuliano Ferrara: "Gli esodati non esistono, la Fornero ha salvato l'Italia"

Giuliano Ferrara:

Gli esodati? Non esistono. Così come non esistono Mafia Capitale a Roma o lo scandalo del Mose a Venezia. La tesi, ardita ma non inedita, è di Giuliano Ferrara che sul Foglio da mesi continua a scagliarsi contro il "concerto dei media formidabile, menzognero, dunque criminogeno", colpevole di formare "un'opinione pubblica perfettamente disinformata".

"Nessuno ha mai visto un esodato" - Lo spunto è dato dalle ricerche di Senato e Istat, riprese da Dario Di Vico sul Corriere della Sera, che attestano il numero degli esodati prodotti dalla riforma Fornero a 1.000. Quindi, conclude l'Elefantino, sono stati smentiti "6 dico 6 interventi dello stato e 6 dico 6 milioni di talk-show, manifestazioni, chiacchiere e statistiche farlocche". Ferrara concorda con il giuslavorista Pietro Ichino ("sotto scorta da anni, altro che Saviano") secondo cui la Fornero "ha salvato l'Italia", e chi l'ha criticata in questi anni ha sfruttato la polemica sugli esodati per mirare solo a reintrodurre il "prepensionamento dei cinquantenni": "Nessuno ha mai visto un esodato in carne e ossa - spiega il fondatore del Foglio -, sarà una manciata di lavoratori che, in cambio di benefici (pare che oltre ai soldi per la dismissione prematura del contratto volontario di lavoro in molti casi si sia acquisito il diritto all'assunzione di un figlio), hanno fatto una scelta e ora ci si vuole far pagare il conto della loro scelta volontaria".

Il Mose? Un capolavoro - Alla "favoletta degli esodati", dunque, Ferrara poi aggiunge gli altri scandali destinati a suo dire a sgonfiarsi presto: da Mafia Capitale al funerale del boss dei Casamonica, dal Cara di Mineo ("un'eccellenza italiana, funziona benissimo, e i costi sono accettabili) al Mose ("Fermerà l'acqua alta a Venezia, e sarà studiato da generazioni di ingegneri e architetti non per le crestone e il lobbying ma per l'utilità generale realizzata) fino addirittura alla famigerata autostrada Salerno-Reggio Calabria, "costruita tanti anni fa da Giacomo Mancini e, nonostante la lentezza degli appalti per la ristrutturazione, è un'arteria a scorrimento veloce che ti porta da Salerno appunto a Reggio Calabria in modo utile".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ernesto1943

    18 Settembre 2015 - 22:10

    ferrara se difende la fornero ha fiutato il tornaconto.

    Report

    Rispondi

  • beppe.r

    18 Settembre 2015 - 20:08

    Giuliano Ferrara ma chi lo caga

    Report

    Rispondi

  • filen

    filen

    18 Settembre 2015 - 20:08

    Naltro bel pezzo di merda poltronaro e parassita proprio lui parla che non sa neanche cosa voglia dire lavorare

    Report

    Rispondi

  • natalinogiarrocco

    18 Settembre 2015 - 17:05

    Ma nel momento che Ferrara scriveva queste sciocchezze era lucido?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog