Cerca

Ahia

L''incubo di Tomaso Trussardi fermato dai poliziotti a Milano: l'accusa è tremenda

Scambiato per un

Arriva l'ultima grande lezione di eleganza e saper stare al mondo da Tomaso Trussardi, noto alle cronache per essere il marito di Michelle Hunziker, e per chi non lo ricordasse anche imprenditore erede del noto marchio di moda (e proprio a dirla tutta già collaboratore di Libero per il settore motori). Tomaso è stato protagonista di una disavventura particolarmente spiacevole questa mattina in pieno centro a Milano, una zona ormai talmente sorvegliata dalla polizia da non lasciare in pace neanche la gente elegante e famosa: "Sono stato fermato da sei agenti della Polizia Locale di Milano (due volanti e due moto...) - racconta su Facebook - Capisco la tensione del momento, ma fermare una persona alle 7.30 della mattina in giacca e cravatta... lasciatemi dire, non del tutto sconosciuto... con la sua auto d'epoca mentre stava cercando di andare in motorizzazione ad immatricolarla (regolarmente provvisto di targa prova)... Lo trovo a dir poco eccessivo, in un momento in cui le attenzioni delle nostre amate forze dell'ordine dovrebbero essere rivolte a ben altre cose...". Sicuramente Angelino Alfano starà prendendo appunti dopo l'increscioso episodio e l'evidente incomprensione. Peccato che intanto Tomaso ha dovuto pagare caro questo momento buio delle nostre forze dell'ordine: "Alla fine di tutto mi hanno tolto 5 punti perché avevo il navigatore del telefonino cellulare acceso appoggiato sul sedile lato passeggero... dato che ovviamente l'auto (vista l'età) ne è sprovvista. Questo secondo loro mi avrebbe potuto distogliere dalla normale guida".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ilforziere

    26 Novembre 2015 - 17:05

    Purtroppo di agenti perfettini ė pieno il paese. quando però occorronno nei momenti di estrema necessità sono impegnati, o se li chiami che ti hanno rapinato prima ti chiedono documenti e libretto perdendo 2 ora a farti l'interrogatorio e poi ti chiedono cosa è successo. quello che è capitato a me.

    Report

    Rispondi

  • gosel

    26 Novembre 2015 - 11:11

    E tutto questo mentre rumeni ubriachi alla guida uccidono per le strade ignari guidatori che si trovano casualmente sulle loro folli triettorie. Ovviamente con la conseguenza di semplici "arresti domiciliari" Da non credere!!!

    Report

    Rispondi

    • Happy1937

      26 Novembre 2015 - 15:03

      E quei rumeni, dopo avere ammazzato la povera filippina, non fanno neppure un giorno di galera , secondo la giustizia amministrata dai cosiddetti magistrati italiani.

      Report

      Rispondi

  • micael44

    26 Novembre 2015 - 08:08

    Non è che, per caso, il Nostro personaggio "famoso" si sia rivolto in malo modo agli agenti, indispettendoli?! Sarebbe opportuno, per completare il presente servizio giornalistico, sentire anche la versione dei "cattivi" poliziotti e, magari, pubblicarla

    Report

    Rispondi

  • daniele iannone

    26 Novembre 2015 - 08:08

    Eh già, in giacca e cravatta e persona nota, allora non si ferma.... Perché - da giornalisti seri - non chiedete l.a versione della Polizia Municipale, come si faceva una volta?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog