Cerca

Lutto

Ucciso all'alba mentre era al benzinaio. L'ex nazionale freddato dai killer: ancora sangue sul calcio

Ucciso all'alba mentre era al benzinaio. L'ex nazionale freddato dai killer: ancora sangue sul calcio

Lo hanno raggiunto vicino un distributore di benzina alle quattro mattina per giustiziarlo a sangue freddo sparando diversi colpi di pistola. Così è morto Alfredo Alberto Pacheco, 33enne ex difensore della nazionale di El Salvador, ucciso all'alba del 27 dicembre da alcuni killer rapidi e spietati, stando al racconto dei due amici che erano in compagnia del calciatore al momento dell'agguato. Solo due settimane fa era stato ucciso con modalità molto simili Arnold Peralta, 26enne nazionale dell'Honduras, freddato mentre era in un centro commerciale. Quella che sembra esser stata un'esecuzione in piena regola potrebbe trovare una spiegazione nel passato di Pacheco, coinvolto in uno scandalo di calcioscommesse nel 2013 che gli è costato la squalifica a vita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog