Cerca

Bang

Vittorio Feltri bacchetta Barack Obama: "Sulle armi sbagli, ti spiego perché mi tengo la pistola"

Vittorio Feltri

Vittorio Feltri

Il vero problema degli omicidi con armi da fuoco non è legato alla quantità di pistole e fucili in circolazione, ma da chi le maneggia. Così risponde Vittorio Feltri all'articolo apparso sabato 9 gennaio su Repubblica firmato dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama, impegnato nel contrasto della diffusione di armi che secondo lui aumentano il numero di omicidi negli Usa. Di certo le stragi: "compiute da pazzi muniti di arsenali - scrive Feltri - sono ricorrenti e fanno impressione". Ma l'errore dell'analisi di Obama, secondo il fondatore di Libero, è considerare che ogni ecatombe che accade sia conseguenza della facilità di acquistare armi. Non per questo le armi devono essere vendute liberamente, ma va considerato come anche in Paesi europei, Italia compresa, dove il numero di armi da fuoco è notevolmente più basso che negli Stati Uniti, il numero di omicidi non è poi così basso. Semplicemente da noi si usano alti mezzi, come coltelli, bastoni e altri strumenti rudimentali. Perchè in realtà, scrive Feltri sul Giornale: "Conta di più la volontà di stroncare una vita che non il modo con cui toglierla alla vittima designata". Almeno una nota positiva per gli italiani arriva dalle statistiche, che non ci vedono nei primi posti per numero di omicidi, così come di femminicidi: "siamo dei dilettanti allo sbaraglio, nel senso che ci superano nelle specialità il Regno Unito, la Danimarca e la Svezia che noi consideriamo culle di civiltà". E anche sui suicidi l'Italia si dimostra meno depressa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nick2

    11 Gennaio 2016 - 12:12

    Gigi, hai il pelo bianco e la memoria corta. I picchi di omicidi in Italia si sono verificati negli anni 60 e all’inizio degli anni 90 (nel 1991 sono stati ben 1916), ma anche negli anni 70 e 80 sono sempre stati sopra i 1000. Dalla fine degli anni 90 sono scesi e nel 2014 sono stati 468, il dato più basso di sempre. Esattamente il contrario di quanto sostiene il tuo eroe, il razzista felpato.

    Report

    Rispondi

  • nick2

    11 Gennaio 2016 - 11:11

    Feltri, dire che in Europa il numero di omicidi non è poi così basso significa nulla. Servono dati certi. In Italia (e in Europa) avvengono 0,9 omicidi ogni 100.000 abitanti, mentre negli USA ce ne sono 4,7 (oltre il quintuplo). Nelle nazioni dell’America centrale, dove la giustizia fai da te è molto diffusa (come vorreste voi) il tasso di omicidi supera quota 50. Forse Obama non ha torto!

    Report

    Rispondi

  • grassoroberto

    11 Gennaio 2016 - 02:02

    Sono daccordo con Feltri a meta'e spiego il perche'.In una feroce discussione che mi capito'se avessi avuto una arma ne avrei approffittato ,eppure mi ritengo molto equilibrato. Ora ringrazio il cielo di non possederla ,ma non e detto che alluopo possa servire.

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    11 Gennaio 2016 - 00:12

    Le armi devono essere vendute liberamente a chi non ha precedenti e vuole la libertà di difendersi. Difendirsi dai criminali che, comunque, le armi riescono a procurarsele in qualsiasi paese, anche quellil con le leggi più restrittive contro le armi. Il negro musulmano è solo alla ricerca di consensi, nient'altro.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti