Cerca

Argh

"Boicottiamo Fedez". La furia della scrittrice contro le sue t-shirt blasfeme: "Brucerai all'inferno..."

"Boicottiamo Fedez". La furia della scrittrice contro le sue t-shirt blasfeme: "Brucerai all'inferno..."

È partito il boicottaggio contro il rapper Fedez lanciato dalla scrittrice cattolica Annalisa Colzi, autrice di volumi sul satanismo e spiritismo. Al centro delle polemiche c'è la linea di abbigliamento firmata dal giudice di X-Factor per Sisley del gruppo Benetton, nella quale ci sono vestiti che ritraggono l'immagine della Madonna in modo offensivo, secondo la scrittrice. Nel suo appello scrive a proposito di Fedez: "Beniamino di tanti giovani e, purtroppo, di tante mamme e papà ha disegnato, o meglio qualcuno le ha disegnate per lui, le t-shirt. Fedez si firma 'No God' e si presta a pubblicizzare questo suo ateismo arrivando anche a sbeffeggiare la sacralità cattolica, in questo caso nella figura della Madre di Dio. Beato lui che ne è così felice e anche così convinto. Speriamo - ha continuato la Colzi - che non gli vengano i 'bruciori' di stomaco a furia di sorseggiare le fiamme dell'inferno. Direi di pregare per lui e di boicottare sia la Sisley che i cd di Fedez. Forza cattolici, siate coerenti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gribob

    13 Gennaio 2016 - 15:03

    Non si tratta di integralismo religioso ma di semplice rispetto e di coerenza in ciò in cui si crede. Brava Colzi. Fedez e Benetton #FateloConAllah #Conigli

    Report

    Rispondi

  • ARKA43TIN.IT

    11 Gennaio 2016 - 12:12

    ......A me faceva già schifo prima, adesso ancor di più,....che merda di persona!

    Report

    Rispondi

  • Great White

    11 Gennaio 2016 - 11:11

    Il sig. Fedez fa parte di quella categoria di persone, sedicenti musicisti, che arrecano un grande danno d'immagine alla musica stessa. Molti dei suoi comportamenti pubblici sono direttamente proporzionali alla simil-musica che produce: il nulla riempito di niente. Cerca di compensare con stravaganti quanto pacchiani spot mediatici la sua banale e sciatta proposizione musicale.

    Report

    Rispondi

  • claudioarmc

    11 Gennaio 2016 - 11:11

    Ma per favore no , il povero è già strenumente boicottato da suo cervellino

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog