Cerca

Attacchi

La frase sugli "stupri" degli islamici e "siciliani": ahia, per Timperi finisce malissimo. Caos in Rai

La frase sugli "stupri" degli islamici e "siciliani": ahia, per Timperi finisce malissimo. Caos in Rai

Un nuovo caso che ha come protagonista Tiberio Timperi, che tempo fa balzò agli oneri delle cronache per l'ormai celeberrima bestemmia in diretta tv. Questa volta, Timperi, si attira le ire dei siciliani, in particolare del movimento Siciliani liberi, fondato dal professor Massimo Costa, che in una nota "intima alla Rai, e in particolare al conduttore di Uno Mattina Tiberio Timperi, di scusarsi pubblicamente con tutti i siciliani per non aver fermato" quello che viene definito "il delirio razzista" di Carlo Panella, che ha affermato che gli stupri di massa di Colonia sono come "le porcate che facevano i maschi siciliani". L'associazione Siciliani liberi ha attaccato, chiedendo, come detto, le scuse pubbliche della Rai e di Timperi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • prova2

    17 Gennaio 2016 - 16:04

    Prima di tutto statisticamente è falso! (http://www.istat.it/it/files/2015/06/tavole-appendice.zip?title=Violenza+contro+le+donne+-+05%2Fgiu%2F2015+-+Tavole.zip) Timperi ha chiesto scusa per non aver interrotto questo pseudo-giornalista...

    Report

    Rispondi

  • tuula

    17 Gennaio 2016 - 14:02

    È soltanto uno stronzo

    Report

    Rispondi

  • Lucida

    17 Gennaio 2016 - 13:01

    Ho sentito Panella e da siciliana non ho battuto ciglio , l'associazione Siciliani liberi si indigna forse perché Panella dice che il re è nudo? Ma smettiamola! Fino agli anni 70 era disdicevole che una giovane donna uscisse per compiere le commissioni non accompagnata, o che dormisse da sola in casa, tutto cio' poteva significare che quella donna si poteva molestare, che se l'era cercata!!!

    Report

    Rispondi

    • prova2

      28 Gennaio 2016 - 12:12

      Che c'entra quello che dice col dire che i siciliani fanno porcate come gli stupratori di Colonia?

      Report

      Rispondi

    • Sergio Scavone

      18 Gennaio 2016 - 13:01

      Forse lei non sa che in Italia c'era il matrimonio riparatore. E che le famose "fuitine" erano la scusa per avere il consenso delle famiglie. O in alcuni casi, vedi il caso di Franca Viola, l' ultima speranza di chi completamente invaghito di una donna! Non si dimentichi, visto che è siciliana, che il rispetto portato verso le donne in Sicilia, non si vede da nessun' altra parte del mondo!

      Report

      Rispondi

    • Lince1

      17 Gennaio 2016 - 18:06

      Forse lei non ha mai sentito parlare del film-documentario "Processo per stupro", andato in onda sulla Rai per la prima volta nel 1979 e ogni tanto riproposto. Si tratta di uno storico processo svoltosi in Lazio, con Tina Lagostena Bassi difensore di parte civile, che all'epoca sconvolse l'opinione pubblica italiana rivelando un cattivo costume nazionale che non trovava differenze regionalistiche.

      Report

      Rispondi

    • Gianni Schicchi

      17 Gennaio 2016 - 16:04

      lucida rimbambita, ma che cappero dici? E mia madre e tutte le mie zie che proprio in quegli anni si recavano da sole al liceo del messinese che frequentavano, esche ignare per maschi allupati?Ecco un'altra ballista capace di scrivere qualsiasi cosa.

      Report

      Rispondi

  • Gianni Schicchi

    17 Gennaio 2016 - 08:08

    ma se la trasmissione era in diretta qual'è la colpa del presentatore? Semmai lo è di chi ha invitato quell'alcoolizzato di Panella.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog