Cerca

Dramma

Claudio Lippi, strazio
in televisione
Il racconto in lacrime
"Non ho più niente,
ho problemi in banca"

Claudio Lippi, strazioin televisioneIl racconto in lacrime

"Anni fa ho smesso di avere una continuità lavorativa. Voglio chiarire con il pubblico che non ho case, non ho barche, non ho niente. Ho dei buchi in banca, questo è un ambiente di lupi, contare su una amicizia è rarissimo, è mors tua vita mea ma non voglio piangermi addosso". Con le lacrime agli occhi, Claudio Lippi parla della sua salute e del suo lavoro  a Domenica Live di Barbara d'Urso.

Parla anche del malore di Capodanno: "Non è stato il freddo, ma una serie di situazioni che si stanno accumulando da dieci anni, da quando ho subito un tradimento che mi ha lasciato con una situazione finanziaria disastrosa". "Diversi anni fa - ha aggiunto il conduttore - ho lasciato una trasmissione della domenica pomeriggio nella quale non mi sentivo adeguato. Da allora si è ridotta la continuità del lavoro. Si sono verificati dei fattori per cui non avevo più delle certezze da parte di chi ci dà la possibilità di lavorare".

Lippi ha parlato anche della morte di suo nipote, anni fa: "Si chiamava Claudio". Claudio Lippi cerca di farsi forza: "Non mollare mai, sono un uomo fortunato, ho una famiglia, gli affetti valgono tantissimo". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pestifero

    25 Gennaio 2016 - 12:12

    Mi dispiace per la situazione familiare, ma il fatto che non abbia più nulla non è un grosso problema, di soldi dopo tutta quella carriera dovrebbe averne a palate, un suo anno equivale a circa 10-15 dei nostri a star stretti...non venga a fare piagnistei inutili. Fermo restando che il dolore per i familiari è assolutamente condivisibile, ma mi creda...capita a tutti

    Report

    Rispondi

  • primus

    24 Gennaio 2016 - 19:07

    Non mi fa certamente pena, personaggi diventati famosi calcando i palcoscenici televisivi e non, pagati profumatamente.........e cosa succede? arrivano sempre in tv a piangere merenda...andassero a f,..,c...,c'è gente con famiglia non famosa come lui che ha perso lavoro e stipendio e non gli è permesso di andare in tv a piangere merenda

    Report

    Rispondi

  • jezebel9

    24 Gennaio 2016 - 19:07

    Mi dispiace umanamente una persona che aveva talento come cantante. E ha fatto molta TV. Ha vissuto forse da cicala, mogli, compagne giovani, figli, ma adesso merita comprensione. Però piangere toccherebve ad altri.

    Report

    Rispondi

    • burago426

      25 Gennaio 2016 - 09:09

      hai detto bene. Vivono da cicale e poi finiscono in un ospizio squattrinati, tanto che qualcuno propone un fondo per gli artisti disagiati. Come ora la tassa per il cinema, bene Checco Zalone ha straguadagnato non se li metta in tasca. Tutti di sx questi artisti, ma poi nel portafoglio sono di dx.

      Report

      Rispondi

blog