Cerca

Urca

La Pivetti rimbalzata alle primarie Pd: "Volevo votare, non me l'hanno permesso"

La Pivetti rimbalzata alle primarie Pd:

"Volevo votare ma non ho la residenza qui e non me l'hanno permesso". Sull'UnitàTv si parla delle primarie Pd a Roma e per dimostrare che non ci sono stati brogli (di per sé non dovrebbe essere una notizia e dunque il tutto ha un'accezione ancora più inquietante) si sfrutta la testimonianza di una vip "rimbalzata" al seggio democratico. Chi è? La Pivetti. No, non Irene Pivetti, candidata sindaco indipendente d'area centrodestra proprio nella Capitale (questa sì, sarebbe stata una notizia) ma sua sorella, Veronica Pivetti, attrice dalle simpatie sinistre. Come l'avrà presa la ex presidente della Camera leghista?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • friskiez

    08 Marzo 2016 - 14:02

    La candidata preferita di Salvini, Irene Pivetti, non prenderebbe neanche il voto della sorella!! E poi rompono su Bertolaso che ha il sostegno di Forza Italia e Fratelli d'Italia (oltre il 20% a ROMA). AH AH AH !

    Report

    Rispondi

  • La cugina di Gheddafi

    07 Marzo 2016 - 11:11

    in effetti con tutti i loro limiti, almeno alle primarie del PD bisogna registrarsi ed essere comunque elettori direttamente interessati...quando la lega le scimmiottò a milano per le regionali io ho potuto votare ben tre volte allo stesso banchetto (per la precisione votai la prima volta "il trota", poi "belsito" e infine "tanzania")

    Report

    Rispondi

  • gianviMillico

    07 Marzo 2016 - 10:10

    Solita chiusura mentale nei confronti di figli, fratelli e sorelle, solamente perché hanno idee politiche diverse dal proprio congiunto.

    Report

    Rispondi

blog