Cerca

Lite

Guerra in tribunale Carlucci-De Filippi: due indagati. Con una frase Maria demolisce Milly

Le insinuazioni al veleno contro Milly Carlucci, il sospetto su Maria De Filippi: lo scontro tv finisce in tribunale

Dalla Tv alla Procura di Roma, il passo è stato breve per la polemica tra la conduttrice di Ballando sotto le stelle, Milly Carlucci, e la collega di Amici, Maria De Filippi, scoppiata lo scorso maggio. L'ultimo capitolo della vicenda, vede l'iscrizione nel registro degli indagati di due persone, gestori della pagina Trash Italiano, sulla quale sarebbe scoppiato lo scontro tra le due conduttrici. Alla vigilia del verdetto del premio Social, uno dei riconoscimenti assegnato con il Premio regia televisiva di Raiuno, sono comparsi sulla pagina Facebook Trash Italiano gli screenshot di un profilo Twitter @defilippi_m, quasi certamente un fake. I messaggi scritti dal falso profilo della conduttrice Mediaset sono frasi al vetriolo contro la Carlucci, a proposito del premio da assegnare in base alla quantità di tweet raccolti con l'hashtag del programma: "Complimenti a Ballando Rai che compra i tweet per vincere il Premio Tv Social". Quelle frasi vengono cancellate, ma sul web difficilmente certe cose spariscono del tutto. I messaggi vengono letti da tanti, a cominciare, scrive il Tempo, anche da Francesco Facchinetti, in gara per The Voice, che minaccia di ritirarsi. Vista la malaparata, la Rai decide di declassare il premio in semplice menzione. Nonostante lo scambio di accuse, i due programmi non vincono, Amici si piazza secondo e Ballando sotto le stelle quinto, ma la polemica sbarca in Tribunale, con l'avvocato della Carlucci, Titta Madia, incaricata di presentare un esposto.

Lo scontro - Tra le due conduttrici non ci sono mai state accuse dirette, per quanto da entrambe le parti siano stati sollevati sospetti e dubbi sulla regolarità di tutta la vicenda: "Lei non c'entra niente - ha chiarito la Carlucci riferendosi alla De Filippi che comunque ha detto - Ci si stupisce che settemila utenti generino quarantamila voti in 60 ore, mentre in un'altra pagina, si elogia Amici che genera 117mila voti provenienti da 18mila utenti unici più o meno in tre ore". La conduttrice di Amici è stata anche interrogata dalla Procura di Roma e in una nota Mediaset ha ribadito che la De Filippi: "non è la regista occulta di un bel niente. E tanto meno è indagata per questo tipo di accuse". La conduttrice Mediaset ha ammesso di conoscere diversi gestori delle pagine sui social, anche perché spesso sono presenti tra il pubblico in studio. Sono appassionati o professionisti della comunicazione: "E con certezza so di non aver mai nemmeno influezato nessuno di questi operatori".

La frecciata - Certo andare in Tribunale per beghe tra trasmissioni non deve essere piacevole, anzi per la De Filippi è stato quasi sgradevole: "Non mi sono mai sognata di querelare chi da produzioni rivali ha fatto intendere che io avessi il potere di taroccare l'Auditel a mio vantaggio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Yossi

    29 Marzo 2016 - 15:03

    Evidentemente la nostra magistratura non ha di meglio da fare che occuparsi di beghe da pollaio

    Report

    Rispondi

blog