Cerca

Rissa

Il conduttore Rai sfotte i tweet di Gasparri. Il senatore sbrocca: "Drogato, lavati..."

Il conduttore Rai sfotte i tweet di Gasparri. Il senatore sbrocca:

Il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri non ha preso benissimo l'ironia del conduttore di Gazebo, Zoro, sul suo modo di usare Twitter. Le classifiche dei tweet più strani e involontariamente comici di politici e personaggi famosi è uno dei punti di forza del programma di Zoro su Raitre. Ospite del Festival di Giornalismo di Perugia, Zoro ha quindi messo insieme una selezione dei cinguettii di Gasparri, scherzando su quelli che sfidano le regole della grammatica italiana, come quello che conteneva il neologismo "chiesimo" quando Gasparri ricordava delle intenzioni di Giorgia Meloni di non candidarsi a sindaco di Roma.

Quando il senatore ha saputo dello show di Zoro a Perugia, non ha fatto attendere la risposta caustica: "Zoro sopravvive pur non avendo capito che la vasca serve per lavarsi, pratica a lui ignota, e non per coltivare piantine #casiumani".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bocciatore

    09 Aprile 2016 - 22:10

    Cecchini, nella foto quale dei due sei, dalle quattro demenziali parole che sai scrivere direi che sei sicuramente il primo

    Report

    Rispondi

  • Napolionesta

    09 Aprile 2016 - 20:08

    Zoro un drogato comunista e pure lordo. Un Italiano in Germania.

    Report

    Rispondi

    • MIMABEL

      09 Aprile 2016 - 22:10

      Tu un imbecille lecchino. Un italiano vero

      Report

      Rispondi

  • sig.nessuno

    09 Aprile 2016 - 20:08

    Gasparri è un bug della costituzione. Proprio non avevano previsto potesse arrivare in parlamento uno così. Beh però un parlamentare rappresenta la Nazione... dite che ci può stare?

    Report

    Rispondi

  • Chry

    09 Aprile 2016 - 19:07

    Gasparri isterico, che fine ridicola per un ministro delle comunicazioni, la macchietta di se stesso

    Report

    Rispondi

blog