Cerca

Amene

"D'Alema voterà la Raggi", scoppia il caos. Beccata la talpa: chi è l'uomo che lo ha inguaiato

"D'Alema voterà la Raggi", scoppia il caos. Beccata la talpa: chi è l'uomo che lo ha inguaiato

Ha scatenato un terremoto un politico la notizia che vuole Massimo D'Alema schierato con la grillina Virginia Raggi, o "anche Lucifero", al ballottaggio di Roma. Alla spifferata di Repubblica, l'ex premier ha seccamente smentito, pur non mettendo in chiaro che avrebbe votato il candidato del suo partito, Roberto Giachetti. Per diverse ore si è messa in moto la caccia alla talpa, per scoprire chi avesse potuto riferire al quotidiano la confidenza di D'Alema. Presto fatto, a fare outing ci ha pensato il diretto interessato, l'ex ministro Gaetano Quagliariello. Durante un colloquio lo scorso lunedì, i due si sono ritrovati a chiacchierare della situazione politica, con battute "amene" ha detto, un "siparietto" durante il quale "non sono certo mancate le iperbole e le reciproche scherzose invettive".

In una nota, il parlamentare ex Ncd ha spiegato che la sua fondazione, Magna Carta, da tempo sta lavorando con quella di D'Alema, Italianieuropei, per un "grande convegno che tracci un bilancio del bipolarismo italiani degli ultimi vent'anni. Periodicamente si svolgono riunioni del comitato scientifico dell'iniziativa, alle quali prendono parte colleghi docenti di storia, economica, sociologia e relazioni internazionali. All'ultima - prosegue la nota - in qualità di presidente delle rispettive fondazioni abbiamo partecipato anche l'onorevole D'Alema e io. Alla fine della riunione, sull'uscio, ci si è fermati a scambiare qualche amena battuta sulla situazione politica, e non sono certo mancate le iperbole e le reciproche scherzose invettive. Nulla di più".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog