Cerca

Lago d'Iseo

Christo, schiaffo alla miseria: passerelle chiuse al pubblico, ma il vip entra lo stesso

Christo, schiaffo alla miseria: passerelle chiuse al pubblico, ma il vip entra lo stesso

I Floating Piers di Christo sul lago d'Iseo sono chiusi al pubblico, ma non ai vip. Il tratto del pontile-installazione che collega Montisola all'Isola di San Paolo sabato è stato interdetto per le previsioni meteo sfavorevoli. Una misura di sicurezza che ha deluso migliaia di spettatori accorsi sul lago ma che non ha impedito al divo di Hollywood Willem Dafoe di salire sulle passerelle proprio nel tratto vietato. L'attore americano, scrive il Corriere della Sera, è arrivato in barca all'Isola di San Paolo con la proprietaria Umberta Gnutti Beretta e con lui c'erano la moglie Giada Colagrande e l'architetto e designer pugliese Fabio Novembre. Foto ricordo finita su Facebook e non proprio gradita ai comuni mortali rimasti a terra. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • SietePESSIMI

    28 Giugno 2016 - 11:11

    Perché voi dovete fare sempre articoli pessimi e al limite del falso con titoli bomba per indignare i vostri sfortunati lettori? Diventate un giornaletto scandalistico che almeno potete scrivere le vostre scemate senza atteggiarvi a quotidiano

    Report

    Rispondi

  • Happy1937

    26 Giugno 2016 - 17:05

    La passerella: storia di ordinaria follia.

    Report

    Rispondi

  • Royfree

    25 Giugno 2016 - 20:08

    Questa foto potrebbe diventare il simbolo dell'Italia. Un icona rappresentativa. Io so io e tu non sei un caxxo. E noi non siamo un caxxo. Siamo delle misere merduxole striscianti prostrati al potente di turno. Poi dopo ci si lamenta se si fa scoppiare in aria tutto ciò che rappresenta il potere.

    Report

    Rispondi

  • sergion49

    25 Giugno 2016 - 19:07

    Che problema c'è , era ospite della sig.ra Beretta. In caso di maltempo era ospitato. Non credo che la sig.ra Bretta avesse posto per 20/30 mila persone .

    Report

    Rispondi

blog