Cerca

Beccato

Dopo Schwazer, un altro terremoto doping. Big azzurro positivo. Ma il Coni... / Foto

2 Agosto 2016

0
Dopo Schwazer, un altro terremoto doping. Big azzurro positivo. Ma il Coni... / Foto

A tre giorni dal via alle Olimpiadi di Rio, dopo quello fragoroso di Alex Schwazer, un nuovo giallo-doping turba la squadra azzurra. Una delle ragazze della nazionale italiana di beach volley, Vicktoria Orsi Toth, sarebbe risultata positiva a uno steroide anabolizzante, il clostebol. La giocatrice, si apprende, era appena arrivata a Rio insieme alle proprie compagne: sarà costretta a lasciare la squadra e verrà rimpatriata già nelle prossime ore.

In mattinata, però è arrivata la smentita del Coni alla notizia: "Non c'è nessuna atleta della nazionale italiana femminile di pallavolo risultata positiva all'antidoping", ha fatto sapere all'Ansa il comitato olimpico italiano, sulla positività tra una delle dodici azzurre del ct Bonitta.

Prima di questo giallo e del caso di Schwazer, altri due italiani con in tasca il pass per i Giochi olimpici sono stati fermati per doping: si tratta di Niccolò Mornati, canottiere del 2 positivo all'anastrozolo, e di Roberta Caputo, velista specialista delle classe 470, anche lei positiva al Closetbol.

La notizia però è stata confermata poi con un comunicato stampa del Coni stesso. La prima sezione del Tribunale nazionale antidoping ha provveduto a sospendere l’atleta in via cautelare, in accoglimento dell’istanza proposta dall’Ufficio di procura antidoping. Orsi Toth salterà quindi i Giochi di Rio che avrebbe dovuto disputare in coppia con Marta Menegatti.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media