Cerca

Ahia

Occhio, così scoppia una guerra. Il premier umilia il diplomatico: "Quel fr... è un figlio di p..."

Occhio, così scoppia una guerra. Il premier umilia il diplomatico: "Quel fr...  è un figlio di p..."

L’incaricato d’affari filippino a Washington, Patrick Chuasoto, è stato convocato dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti per chiarire le dichiarazioni inappropriate del presidente filippino Rodrigo Duterte sull’ambasciatore americano Philip Goldberg. Venerdì scorso, nell’ultima di una serie di invettive, Duterte con un linguaggio colorito e offensivo, ha espresso il suo disappunto in merito all’intervento di Goldberg sulle elezioni presidenziali filippine. Come sapete, sto combattendo con l’ambasciatore (del segretario di stato americano John Kerry). Un gay, figlio di p.... Spero di non incontrarlo più. Mi ha veramente stufato, aveva detto il presidente 71enne, incontrando i soldati di Camp Lapu-Lapu a Cebu, aggiungendo che Goldberg si è immischiato durante le elezioni, facendo dichiarazioni qua e là. Non doveva farlo. Lo scontro con il diplomatico americano è iniziato lo scorso aprile quando, in piena campagna elettorale, ricordando il caso della missionaria australiana Jacqueline Hamill uccisa e stuprata brutalmente da un gruppo di detenuti durante una rivolta avvenuta a Davao nel 1989, Duterte (all’epoca sindaco della città) raccontò che alla vista del corpo martoriato della Hamil non esitò a pensare che era così bella e che sarebbe toccato al sindaco cominciare. Dal canto suo il portavoce del ministero degli Esteri filippino, Charles Jose ha affermato che l’inviato di Manila è stato invitato al Dipartimento di Stato per discutere l’intero spettro delle relazioni Filippine e gli Stati Uniti, che rimangono forti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • umberto2312

    11 Agosto 2016 - 07:07

    Meno male che ci sono ancora i" diplomatici " che parlano apertamente, senza essere ipocritamente politically correct.

    Report

    Rispondi

blog