Cerca

Addio

Celentano, la lettera atroce a Dario Fo: "Hai fatto un solo immenso errore": Il saluto-pugnalata all'amico

Celentano, la lettera atroce a Dario Fo: "Hai fatto un solo immenso errore": Il saluto-pugnalata all'amico

Adriano Celentano ha scritto una lunga e animata lettera d'addio per Dario Fo, suo amico di sempre, pubblicata sul Corriere della sera. Il molleggiato però non risparmia qualche frecciata al premio Nobel, sul filo del sarcasmo: "Ma come si può essere così grandi, come lo sei stato tu - scrive Celentano - e al tempo stesso così ignorante???". Dario Fo si è sempre dichiarato ateo e tra i bersagli preferiti della sua satira c'è sempre stata la Chiesa e i suoi scandali. Celentano lo rimprovera, non tanto per gli attacchi alla Chiesa, quanto per la convinzione di Fo nel non credere in Dio: "Da lassù il PADRE, ogni volta che tu ti proclamavi ateo, si sganasciava dal ridere a tal punto che provocava spaventosi temporali su tutta la terra. Tu hai sempre creduto caro Dario, solo che non lo sapevi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • scoglion

    14 Ottobre 2016 - 18:06

    che mondo strano.! fino a che era comunista era un grande personaggio. ora che era passato al movimento 5 stelle è riemerso subito il passato fascista. la sinistra lo ha trattato come la Fallaci ma adesso hanno un nuovo grande personaggio che oscura tutti gli altri ..VERDINI !!!

    Report

    Rispondi

  • attualità

    14 Ottobre 2016 - 16:04

    Si vesti da Fascista per non essere deportato in Germania!! Chi rinnega le proprie idee non e' uomo !

    Report

    Rispondi

    • JamesCook

      14 Ottobre 2016 - 19:07

      parlavi di Berlusconi e la sua banda.... vero?

      Report

      Rispondi

  • andresboli

    14 Ottobre 2016 - 12:12

    state proprio cercando con il lumicino qualsiasi cosa contro Fo. mai perso il vizio di gettare merda su chiunque

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    14 Ottobre 2016 - 12:12

    No, io no. Non sono particolarmente addolorato, ma neanche festeggio. Il Prosecco lo tengo per quando schiatterà il vecchiaccio napoletano.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog