Cerca

Rivelazioni

Raiola contro Moggi, il loro primo incontro: insulti

Raiola contro Moggi, il loro primo incontro: insulti

Il primo incontro tra Mino Raiola e Luciano Moggi? Insulti. A raccontarlo è stato proprio il più potente procuratore del mondo del calcio, al Financial Times. Il faccia a faccia risale a molti anni fa, quando Raiola era un rampante agente (di Pavel Nedved e di un giovanissimo Zlatan Ibrahimovic, tra gli altri) e Moggi il potentissimo direttore generale della Juventus. Appuntamento alle 11, Raiola arriva con un quarto d'ora d'anticipo: "Fui portato in una stanza e sembrava di essere dal dentista. C'erano 25 persone, tutte intente a fumare e parlare. Alle 11.15 nessuno mi chiamò, così andai dalla segretaria e gli dissi: Per favore, sto aspettando il signor Moggi, può dirmi tra quanto tempo arriverà?. Lei mi guardò e rispose: Tutta questa gente è in attesa di Moggi". Raiola, arrabbiato, se ne va. "Due ore dopo incontrai Moggi in un ristorante, con lui c'era una parte di quelle 25 persone". Primo contatto: "Siete il signor Moggi?", "Sì", risponde Big Luciano. "Trovo molto maleducato avermi fatto aspettare", punta il dito l'agente. "Chi sei?", "Raiola". "Ah, Raiola... Se sei così scortese con me non venderai mai un calciatore in Italia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Anna 17

    Anna 17

    29 Ottobre 2016 - 10:10

    Tra delinquenti s'intendono a meraviglia.

    Report

    Rispondi

blog