Cerca

Ahia

La vignetta-sfregio ai terremotati sul Fatto, a cosa li paragonano

La vignetta-sfregio ai terremotati sul Fatto, a cosa li paragonano

Ha scatenato ira e indignazione soprattutto tra le fila del Partito democratico l'ultima vignetta di Mannelli pubblicata sul Fatto quotidiano del 2 novembre. Il vignettista ha raffigurato un busto in stile dittatore di Matteo Renzi decapitato dopo un terremoto che ha mandato anche in frantumi la sua testa. Il titolo "cambiamento" è accompagnato dallo slogan "Basta un SIsma", con un chiaro riferimento a quello usato dal Partito democratico nella campagna elettorale per il referendum. Secondo tanti del Pd, la vignetta è stata l'ennesimo schiaffo della satira rivolto ai veri terremotati costretti a vivere nelle tende dopo aver perso la propria casa. Eppure una volta erano tutti Charlie Hebdo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • umberto2312

    05 Novembre 2016 - 07:07

    E' solo uno svergognato e volgare cialtrone apprezzati dai soli comunisti suoi pari . Ignoratelo ,non merita nemmeno il disprezzo.

    Report

    Rispondi

  • ferriluigi

    ferriluigi

    05 Novembre 2016 - 00:12

    io non capisco dove trovino la satira in certe vignette.Una volta facevano ridere ora è pura stupidità e non capisco come possono permettere di pubblicare certe cose una volta le censuravano. ora tutto è concesso.

    Report

    Rispondi

  • Napolionesta

    05 Novembre 2016 - 00:12

    pezzo di merda toscano.

    Report

    Rispondi

  • arciere1934

    04 Novembre 2016 - 22:10

    non so se se sia più pregevole il disegno o il suo significato

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog