Cerca

Esplicito

Juventus, la frase pazzesca di Marotta: scippo al Milan, l'erede di Buffon è Donnarumma

Juventus, la frase pazzesca di Marotta: scippo al Milan, l'erede di Buffon è Donnarumma

Ufficiale: la Juventus su Gigio Donnarumma. Una bomba sul calciomercato italiano e a tirarla, con nonchalance, è stato Beppe Marotta in persona. L'ad bianconero, premiato come "manager sportivo del 2016" al Four Seasons di Milano ha confermato la volontà di "scippare" il 17enne portiere al Milan, avendolo individuato come erede del 38enne Gigi Buffon. "La Juventus ha dato tanti giocatori alla Nazionale. Negli ultimi 20 anni il portiere della Nazionale è sempre stato juventino. Lo dico perché tanto capite: Zoff, Buffon e... La storia della Juventus è fatta da campioni e talenti italiani". Una frase pazzesca, perché in Nazionale oggi il vice-Buffon è proprio Donnarumma. "Noi vogliamo sempre avere dei portieri forti. Oggi abbiamo e ci teniamo molto stretto Buffon, che giocherà con noi ancora qualche anno e che rappresenta tutto il bello che c'è da raccontare nel calcio. Lunga vita a Gigi. Poi ci guarderemo attorno e valuteremo con chi sostituirlo. Certo, non sarà facile, perché sostituire un giocatore come Buffon è un'impresa difficile, però le ambizioni della Juve sono quelle di trovare un erede alla sua altezza", spiega più avanti, cercando di glissare sul nome del milanista. A dare una mano alla Juve, sempre più simile al Bayern Monaco nella politica di "razzia" di talenti dalle rivali più o meno dirette della Serie A, sono anche i contratti dei due portieroni: entrambi in scadenza nel 2018, e fino a quando Donnarumma (che guadagna 250mila euro l'anno) non compirà 18 anni (il 25 febbraio 2017) potrà al massimo siglare un triennale. Certo, molto dipenderà dalla volontà del giocatore (che ha detto di voler diventare capitano del Milan) e dalle capacità economiche dei prossimi proprietari cinesi del Diavolo, che al momento non sembrerebbero però in grado di contrapporsi allo strapotere degli Agnelli. Senza contare che in ballo c'è il procuratore di Gigio, quel Mino Raiola che sui trasferimenti clamorosi e a peso d'oro ha creato il suo impero milionario. 


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • wilegio

    wilegio

    15 Novembre 2016 - 17:05

    Ma quale "pazzesca"? Buffon è, oggi, il migliore e più titolato portiere italiano. Donnarumma è un giovane portiere emergente, molto bravo. Da questo al fatto che obbligatoriamente debba finire alla juventus ce ne corre! Come dire che se Galliani esprime un apprezzamento favorevole su un giocatore della juventus, questo il giorno dopo deve passare al Milan!

    Report

    Rispondi

blog