Cerca

sindacato

Di Maulo, contratto metalmeccanici non sarà più rinnovato in forma attuale

(Video)
Di Maulo, contratto metalmeccanici non sarà più rinnovato in forma attuale

Roma, 12 nov. (Labitalia) - "La mia previsione è che, purtroppo, andando avanti così, il contratto collettivo nazionale dei metalmeccanici non sarà più rinnovato in questa forma ma sarà rinnovato chissà quando, chissà come, e chissà da chi, nel futuro". E' pessimista Roberto Di Maulo, segretario generale della Fismic Confsal, conversando con Labitalia, sulla trattativa per il rinnovo del contratto collettivo nazionale dei metalmeccanici.

"Noi -continua- siamo stati al primo incontro, lo scorso 5 novembre, e mi sembra che la trattativa inizi sotto i peggiori auspici".

E i motivi, per Di Maulo, sono ben chiari. "Questo perchè la Fiom ha presentato una piattaforma ultra-tradizionale come anche però Fim e Uilm. E gli industriali, dal canto loro, presentano il loro conto, che è assai salato".

E Di Maulo è intervenuto anche sul tema della contrattazione e della rappresentanza. "Adesso è il caso di smetterla -ha detto- e di fare davvero una legge, una legge sulla rappresentanza ma che riformi anche complessivamente il mondo del lavoro".

"E' finito il tempo -sottolinea- di fare una auto-riforma del sistema contrattuale da parte delle grandi confederazioni e della Confindustria. Hanno sprecato tempo e risorse. Nel frattempo, si sono perse decine di migliaia di posti di lavoro e hanno chiuso migliaia di fabbriche ed esercizi commerciali".

Adesso, per il leader della Fismic, è arrivato il momento di "una legge che deve basarsi molto sulla fabbrica, che è il luogo dove si producono le ricchezze ed è lì che vanno convogliate le risorse per premiare il merito e la professionalità dei lavoratori".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog