Cerca

sindacato

Assicurezza, un Osservatorio sui servizi di vigilanza abusivi

Roma, 13 nov. (Labitalia) - Un Osservatorio sui servizi di vigilanza abusivi, per segnalare fenomeni di irregolarità e concorrenza sleale nel settore della sicurezza. Ad annunciarlo è Domenico Palma, presidente di Assicurezza, l’Associazione nazionale delle imprese di vigilanza e dei servizi per la sicurezza aderente a Confesercenti, durante la presentazione del convegno 'La certificazione degli Istituti di vigilanza: il nostro futuro, la vostra sicurezza', a Roma.

“In questi anni le pmi di vigilanza presenti in Italia - ha spiegato Palma - hanno dato un importante contributo alla sicurezza delle nostre città e imprese, offrendo servizi qualificati e liberando le forze dell’ordine da compiti ripetitivi e di routine. Ma tutto ciò è oggi messo in discussione da un lato da interventi sul comparto che rispondono solo alle logiche dei grandi gruppi, dall’altro da un abusivismo dilagante e sempre più organizzato. Per questo, abbiamo deciso di lanciare un Osservatorio per segnalare abusivi e fenomeni di concorrenza sleale nel settore, uno strumento nuovo e rivolto al dialogo e alla collaborazione con le prefetture. L’organizzazione e la presenza capillare, la professionalità e l’abnegazione delle imprese di vigilanza privata e delle guardie giurate sono un patrimonio importante e una risorsa diffusa e garantiscono servizi qualificati per le diverse esigenze delle singole realtà.

"Proprio nell’ottica della pluralità imprenditoriale - ha proseguito Palma - chiediamo al governo e alle istituzioni di non penalizzare le piccole imprese di questo settore per difendere solo il business di pochi grandi gruppi di vigilanza che vogliono imporre tariffe e servizi in condizioni di monopolio, desertificando un comparto vitale e qualificato. In un contesto economico appena in fase di ripresa, questo causerebbe la chiusura di migliaia di imprese con pesanti perdite occupazionali a vantaggio di intermediari e allargando la sfera dell’abusivismo e dell’illegalità. Così come è centrale il tema della certificazione: Assicurezza e la sua rete diffusa di piccole imprese si pone come obiettivo l’innalzamento della qualità professionale e delle capacità tecniche degli Istituti di vigilanza per rispondere all’esigenza di nuove regole che rendano più efficiente il comparto, a fronte dei costi che le nostre piccole imprese sostengono”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog