Cerca

sindacato

Uil, solo 3,1% occupati trova lavoro con centro impiego

Uil, solo 3,1% occupati trova lavoro con centro impiego

Roma, 24 feb. (Labitalia) - In Italia, solo il 3,1% dei lavoratori dipendenti ha trovato lavoro tramite un centro pubblico per l'impiego. Una percentuale molto bassa se rapportata alla media dell'Ue a 15 dove è 9,4%. E anche se si guarda a Francia e Germania, dove i servizi pubblici per l'impiego intermediano con successo rispettivamente il 6,7% e il 10,5%. Emerge da uno studio della Uil presentato questa mattina a Roma.

Le performances dei centri per l'impiego italiani sono state messe a confronto coi corrispettivi francesi e tedeschi: i centri della Pôle Emploi, Agenzia pubblica nazionale, legata al ministero del Lavoro francese, e quelli della Ba, Bundesagentur für arbeit (Agenzia federale per l’occupazione), struttura autonoma di diritto pubblico, soggetta al controllo del governo tedesco.

Anche sulle risorse dedicate ai cpi, l'Italia è agli ultimi posti in classifica: nel 2008 veniva speso per il mantenimento della rete dei servizi per l'impiego lo 0,04% del Pil, cifra scesa allo 0,03% nel 2011. In Francia si dedicava allo stesso obiettivo lo 0,21% del Prodotto nazionale lordo nel 2008 e lo 0,25% nel 2011. Così come in Germania: era lo 0,29% nel 2008, salito allo 0,34% nel 2011.

La conferma dell'esiguità di risorse dedicate ai centri per l'impiego nazionali, che non hanno solo la funzione di gestire il mercato del lavoro a livello locale, ma hanno anche importanti compiti nell'attuazione delle politiche attive, è confermata dall'analisi degli organici nei tre Paesi.

In Italia, spiega la Uil, lavorano nei cpi 10.100 addetti nel 2008, ridottisi tre anni dopo alla cifra di 8.575. In Francia, gli addetti ai servizi pubblici per il lavoro sono passati dai 26.543 del 2007 ai 49.400 del 2011. In Germania, erano addirittura 96.488 nel 2007 e sono diventati 115.000 nel 2011.

E se si guarda alla spesa media per lavoratore dipendente intermediato dai servizi per l'impiego, in Italia si è speso nel 2011, 8.674 euro mentre in Francia 21.593 e in Germania 15.834 (la media Ue è di 14.062 euro).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog