Cerca

sindacato

Lazio: Coldiretti incontra soci, confronto su viticoltura, latte e Psr

Lazio: Coldiretti incontra soci, confronto su viticoltura, latte e Psr

Roma, 8 mar. (Labitalia) - “La cancellazione di Imu e Irap che pesavano come macigni sulle nostre aziende, l'introduzione del libro unico dei controlli ispettivi a carico dei viticoltori, la fine del massimo ribasso negli appalti per le mense scolastiche, nostra proposta raccolta da Raffaele Cantone, capo dell'Autorità nazionale anticorruzione. Bastano questi pochi esempi a dare la dimensione dei risultati di un intenso anno di attività speso al servizio dell’agricoltura”. Lo ha affermato David Granieri, presidente della Coldiretti del Lazio, che a Velletri ha aperto il ciclo di incontri che vedranno i dirigenti regionali confrontarsi in tutte le province con la base degli associati.

Al suo fianco, al tavolo di presidenza, i presidenti delle federazioni provinciali di Frosinone (Vinicio Savone), Latina (Carlo Crocetti), Viterbo (Mauro Pacifici) e Andrea Baldanza, capo di gabinetto del governatore Nicola Zingaretti.

“Non siamo ancora soddisfatti: questo territorio - ha aggiunto Granieri - ospita una produzione olivicola di eccellenza non ancora valorizzata. Ecco perché presto presenteremo il progetto per ottenere una Igp (Indicazione geografica protetta) regionale. Questo per dire che la nostra azione sindacale non si ferma e proseguirà fin quando ogni pezzo di ogni filiera agricola non avrà ottenuto il riconoscimento della dignità e condizioni di equità”.

“Abbiamo voluto questo ciclo di incontri - ha detto Roberto Scano, direttore della Coldiretti di Roma - per rinsaldare il legame tra i vertici e la base degli associati e guardare con fiducia alle sfide vecchie e nuove. Ripartiamo da Velletri per ragionare sui nuovi scenari e dare continuità alle nostre battaglie storiche. Vogliamo giocare un ruolo da protagonisti nella riforma dei Consorzi di bonifica, nel rilancio dei Consorzi agrari, nel Psr, ma vogliamo anche chiudere la partita per riconoscere un congruo valore al latte prodotto nelle nostre stalle, la vertenza che oggi è per noi la madre di tutte le battaglie”.

Proprio il latte è stato il punto più forte dell’intervento di Andrea Baldanza. “Siamo pronti - ha annunciato il capo di gabinetto del presidente Zingaretti - a condividere un percorso di equità e legalità a partire dal latte. Siamo pronti a impegnarci in un progetto per varare un disciplinare di produzione serio e rigoroso grazie al quale chi beve latte venduto come romano o laziale possa avere la certezza di bere realmente solo e soltanto latte romano o laziale".

"Orientiamo il nuovo Psr al recupero della integrità delle nostre filiere produttive, all'esaltazione della distintività del nostro agroalimentare, offrendo ai consumatori la garanzia che ciò che comprano, perché venduto come prodotto locale, arrivi da Roma e dal Lazio e non da altrove”, ha concluso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog