Cerca

sindacato

Metalmeccanici: ok ipotesi accordo Confimi con Cisl e Uil su contratti

Metalmeccanici: ok ipotesi accordo Confimi con Cisl e Uil su contratti

Roma, 22 lug. (Labitalia) - Si è conclusa oggi, con la sottoscrizione dell’ipotesi di accordo, la trattativa tra Confimi impresa Meccanica e Fim-Cisl, Uilm-Uil per la definizione del rinnovo del Ccnl della piccola e media industria manifatturiera metalmeccanica e della installazione di impianti.

Il progetto di intesa verte, tra gli altri punti, sulla necessità di interventi mirati a promuovere l’occupazione nelle aziende industriali attraverso l’introduzione di un nuovo contratto di ingresso denominato 'Socrate'; la razionalizzazione e migliore fruibilità dell’orario di lavoro per la competitività del sistema industriale; la definizione di un aumento salariale e il miglioramento delle forme di welfare integrativo esistenti. Nel dettaglio, il contratto, che dura 36 mesi e scadrà quindi il 31 maggio 2019, definisce gli incrementi dei minimi salariali nazionali. Rispetto agli attuali minimi in vigore nel settore dal 1 settembre è previsto un aumento di 25 euro. Le parti si incontreranno entro aprile 2017 per definire gli incrementi successivi. Inoltre, verrà erogata una somma a copertura del periodo 1 giugno-31 agosto 2016, pari a 75 euro, a titolo di una tantum.

“La firma di questo contratto - afferma in una nota Riccardo Chini, presidente di Confimi meccanica - è un momento fondamentale per il settore che è un asset per il Paese e per il mantenimento dei livelli di competitività dell'intero comparto industriale, il cui sviluppo dipende in larga misura dalla capacità del settore metalmeccanico di crescere e rinnovarsi perseguendo costantemente la politica dell'innovazione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog