Cerca

sindacato

Confsal Salfi, in agenzie fiscali sistema valutazione sia attendibile

Confsal Salfi, in agenzie fiscali sistema valutazione sia attendibile

Roma, 29 lug. (Labitalia) - "Il sistema di valutazione del personale delle Agenzie fiscali è in fase di progettazione e sarà implementato a partire da quest’anno. Tale sistema dovrà essere coerente non solo con la normativa di riferimento, in particolare con i vincoli esistenti e i relativi costi, ma dovrà anche rispettare i seguenti vincoli: validità della valutazione; attendibilità del sistema; snellezza e semplicità". Ad affermarlo è Sebastiano Callipo, segretario generale del Confsal Salfi, sindacato autonomo dei lavoratori finanziari. Per Callipo, infatti, "esiste attualmente, con riferimento alla valutazione della performance, una discrasia tra valutazione dei dirigenti e degli incaricati e la restante categoria di lavoratori: laddove i primi sono destinatari di uno strutturato e analitico excursus sulla valutazione delle performance, gli altri sono in attesa di un work in progress".

"In strutture macro, come quelle agenziali, occorre, innanzitutto, focalizzare ciò che si vuole maggiormente valorizzare, appunto, con la valutazione. In particolare, un sistema valutativo ha valore solo se riesce ad arricchire le persone oggetto di valutazione o, meglio, se idoneo ad esternare giudizi che siano conformi all’effettivo tasso prestazionale reso dal personale e alle competenze dal medesimo dimostrato", avverte. Per questo, sottolinea il segretario generale del Confsal Salfi, "occorrerà curare non solo la progettazione di nuovi sistemi di valutazione, ma soprattutto si dovrà introdurre una formazione costante e a regime degli attori del processo valutativo".

"Per misurare bene i risultati oggetto della valutazione, occorre avere a disposizione - ribadisce - validi e attendibili strumenti di valutazione, laddove i valutatori dovranno essere allineati al modello di valutazione, formati al loro utilizzo e, soprattutto, consapevoli che eventuali distorsioni, in sede applicativa, posso provocare irreparabili danni nel valutato". In ogni caso, per Callipo, "la strumentalità di un idoneo sistema di valutazione ha senso se le Agenzie fiscali avranno autonomia gestionale e contabile, come fortemente auspicato dall’esito della due diligence, commissionata l’anno scorso agli organismi internazionali".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog