Cerca

sindacato

Terremoto: Unindustria Rieti, serve tavolo in Regione Lazio con imprese

Terremoto: Unindustria Rieti, serve tavolo in Regione Lazio con imprese

Roma, 30 ago. (Labitalia) - "Le imprese, di tutti i settori, hanno subito danni ingenti ad Amatrice e dintorni. E' necessario che si attivi subito, già domattina dopo i funerali, un tavolo in Regione Lazio per discutere cosa fare. Si deve subito pensare alla 'ricostruzione' del tessuto produttivo del territorio; senza lavoro è a rischio anche il tessuto sociale". Così il presidente di Unindustria Rieti, Gianfranco Castelli, con Labitalia, sulla situazione post-terremoto delle aziende nei territori colpiti dal sisma.

Castelli è titolare tra l'altro di un noto salumificio sul territorio "che ha subito dei danni che sto provvedendo a mio spese a riparare per non far fermare il lavoro dell'azienda: speriamo che queste spese ci vengano in seguito riconosciute da chi provvederà a risarcire le imprese".

E Castelli ricorda che sul territorio le imprese di tutti i settori sono state colpite: "Le aziende agricole sono in ginocchio e le imprese turistiche ad Amatrice non ci sono più, è stata cancellata la capacità ricettiva". Per tutti questi motivi, rimarca Castelli, "bisogna fare in fretta, alle responsabilità del terremoto si penserà dopo". "Adesso la priorità è aiutare i sopravvissuti e far ripartire il tessuto produttivo. Ci deve essere dato un punto di riferimento, possibilmente la Regione Lazio, con cui confrontarci su come rialzarci. Già da domani", conclude.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog