Cerca

lazio

Feneal: investimenti per far ripartire edilizia, serve contratto di cantiere

Feneal: investimenti per far ripartire edilizia, serve contratto di cantiere

Roma, 27 set. (Labitalia) - "L’edilizia ha bisogno di ripartire e gli investimenti sono necessari tanto quanto una concreta discussione su regole, sicurezza e qualificazione di impresa indispensabile per una vera ripresa del settore". E' quanto dichiarato, a Labitalia, dal segretario generale FenealUil, Vito Panzarella, che sollecita il governo ad impegnarsi anche su questo fronte.

"In questi giorni l’Ance -ha continuato Panzarella- è tornata a parlare di contratto di cantiere, una proposta che sosteniamo da tempo e che siamo pronti a discutere con governo e Ance, già a partire dal negoziato per il rinnovo del contratto che auspichiamo si apra in tempi brevi".

Secondo il dirigente sindacale, "i progetti messi in campo dal governo, anche con il coinvolgimento delle parti sociali su prevenzione e messa in sicurezza del territorio, sono da apprezzare, ma non va abbassata la guardia su sicurezza e legalità per bloccare la destrutturazione e la totale mancanza di regole che sta soffocando il settore".

Per Panzarella, "da tempo assistiamo alla proliferazione di contratti diversi da quello edile che non sempre garantiscono al lavoratore tutele e formazione adeguate alla mansione e ai rischi connessi".

"Chiediamo pertanto -ha concluso- l’istituzione del cosidetto contratto di cantiere da applicarsi a tutte le imprese impegnate nei lavori pubblici e privati, perchè siano garantite a tutti i lavoratori determinate condizioni di sicurezza, formazione e certificazione: solo così potrà ristabilirsi la concorrenza leale che può assicurare all’edilizia un futuro di qualità e in sicurezza".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog