Cerca

Il patto Pd-Pdl rischia di portare in Italia la nefasta ricetta Merkel

Berlusconi e Bersani, stop! Non voglio morire tedesco

Appello contro l'inciucio. Tornate a dividervi presto, e sulla legge elettorale pensate ai cittadini

1
Berlusconi e Bersani, stop! Non voglio morire tedesco

Vorrei non morire tedesco. Sono un po' spaventato dal clima che sta accompagnando l'idea di Silvio Berlusconi di fare un patto con Pierluigi Bersani sulla legge elettorale. In sè nulla di male e soprattutto nulla di nuovo. Quando arrivò Mario Monti a palazzo Chigi si capì subito che la situazione avrebbe aiutato Pd e Pdl a costruirsi una legge elettorale che facesse fuori gli alleati scomodi. E che soprattutto togliesse al Terzo Polo il potere di veto e di ricatto che il Porcellum assegna, grazie alla confusione del voto per il Senato.

Fin qui nulla di nuovo, anzi. Saremmo ritornati al 2008, quando senza grande enfasi fu chiaro a tutti il patto fra Berlusconi e Walter Veltroni. Il primo si liberò dell'Udc, il secondo della sinistra radicale tagliuzzando le ali senza cambiare la legge elettorale. Il patto fu chiaro e l'interesse comune era quello di fare fuori Romano Prodi, cosa che riuscì benissimo. Ora l'interesse è quello di tenere in sella Monti e la sua squadra e di anestetizzare Gianfranco Fini, Francesco Rutelli, Pierferdinando Casini, Umberto Bossi, Nichi Vendola e Antonio Di Pietro. Sarà meno facile, perchè poi con partiti che oscillano fra il 20 e il 30 per cento è difficile vincere e governare senza alleati. Nessuna legge in democrazia lo permetterebbe.

Ma è il clima che non va perchè se il patto dovesse superare i confini della legge elettorale e andare all'inciucione vero, ne perderebbe la democrazia. Non è vero che sia un vantaggio quell'unanimismo che sta accompagnando il governmo Monti. Fa perdere libertà a un paese- che è il suo bene più prezioso- per realizzare un modello di grande coalizione che è contro natura. Perchè sarebbe giusto dividersi sulle idee con cui si organizza la vita comune e sui modelli di sviluppo di una società. Avveniva così in tutto il mondo, ed è democrazia.

Per cosa si sta uniti oggi? Su cosa si sta facendo il grande inciucio? C'è una parola che lo riassume: sul modello di vita tedesco, che la Germania di Angela Merkel vuole imporre al resto di Europa. Sarà pure virtuoso, ma a me è proprio quel modello che non piace. Soprattutto mi pare inapplicabile all'Italia, perchè da questa operazione si comprendono benissimo le sofferenze (e già si stanno vivendo abbastanza), ma restano in una nebulosa i vantaggi. Se legge elettorale nuova bisogna fare, l'accento andrebbe messo più sul potere die cittadini di scegliere i propri rappresentanti che sulle alchimie di potere dei vari partiti. Fatta una legge decente, spero che ci si torni a dividere e a offrire ricette diverse da sottoporre al giudizio dei cittadini. Lo spero fortemente, perchè non voglio proprio morire tedesco.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • wilegio

    wilegio

    16 Febbraio 2012 - 12:12

    La paura! Sia pd che pdl (ancora di più) hanno una paura fottuta di quel che potrebbe succedere (e di certo succederebbe) se si andasse alle elezioni adesso. Il popolo italiano dimentica e metabolizza i tradimenti... ma non così in fretta. E Berlusconi ha tradito il proprio elettorato, prima non facendo le riforme, poi svendendoci, anzi regalandoci a queste voraci sanguisughe che agiscono in nome e per conto della germania, delle banche e della speculazione internazionale. Ci stanno rovinando, e di questo non possiamo esser grati a Berlusconi o a bersani. Ma arriverà il momento della resa dei conti!

    Report

    Rispondi

media