Cerca

Il colloquio

Renzi telefona a Berlusconi: "Se salta Mattarella andiamo avanti da soli"

Renzi telefona a Berlusconi: "Se salta Mattarella andiamo avanti da soli"

"Vi abbiamo concesso il ballottaggio sulla legge elettorale e anche il premio di lista. Ora ci aspettiamo un uguale ascolto da parte vostra sul Quirinale". Matteo Renzi, riporta Repubblica, ieri giovedì 29 gennaio, ha chiamato Silvio Berlusconi, irritato per la candidatura di Sergio Mattarella, e ha risposto picche alla richiesta del Cav di fare marcia indietro. "Nella legge elettorale - sbotta Renzi - ci sono cose che piacciono anche a voi: proprio il premio di maggioranza alla lista sei stato tu il primo a suggerirlo". A quel punto Berlusconi gli ricorda: "Tu ci avevi promesso Amato e non hai rispettato il patto". Ma Renzi non ci sta: "Non è vero, tu pensavi di impormi il vostro candidato ma io non ti ho mai promesso niente".  

Tensione - La tensione tra il premier e il Cavaliere sale. Berlusconi minaccia: "Se voi andate avanti su Mattarella, per quanto mi riguarda tutti gli accordi sono definitivamente messi in discussione". Ovvero: il patto del Nazareno è rotto e sulle riforme elettorale e costituzionale non ci sarà l'appoggio di Forza Italia. Il presidente del Consiglio però contrattacca: "Va bene, fai pure. Per me non è un problema, io vado avanti anche senza di te". Berlusconi allora riapre: "Non c'è bisogno di rompere, aspetta. Rivediamoci appena torno a Roma la prossima settimana. Noi voteremo bianca anche al quarto scrutinio". E questo significa che il Cav lancia un ponte a Renzi, offrendo così la possibilità di far giungere sottobanco alcuni voti forzisti al nuovo presidente se dovessero eventualmente mancare.   

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • FUORIDALLEPALLE

    30 Gennaio 2015 - 18:06

    Berlusca mandalo a fare nel culo.

    Report

    Rispondi

  • Happy1937

    30 Gennaio 2015 - 17:05

    Va avanti da solo ma,per restare in sella, diverrà schiavo della sua minoranza e con le riforme è chiusa. Viceversa sarà rapidamente rottamato.

    Report

    Rispondi

  • marinaio19532012

    30 Gennaio 2015 - 17:05

    Oggi in politica non ci sono più comunisti, liberali, cattolici, anarchici, ecc. ecc. E' diventato tutto un minestrone. Non ci sono più ideali, ma solo la poltrona, i vitalizi, le pensioni d'oro, le doppie e triple pensioni, ecc.ecc.

    Report

    Rispondi

  • Bolinastretta

    30 Gennaio 2015 - 16:04

    Bene bravo il Renzi oltre a pallonaro, tassatore, proprio una Bella personcina a modo.... bello avere come presidente del consiglio (non votato) anche un RICATTATORE!!

    Report

    Rispondi

    • gifrancia

      30 Gennaio 2015 - 17:05

      e' la vita bellezza... La vita voluta dai comunisti

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog