Cerca

Il giorno della verità

L'elezione del Presidente e le schede bianche

L'elezione del Presidente e le schede bianche

L'elezione di Sergio Mattarella a capo dello Stato è stata salutata da un lungo applauso dell'Aula. Un'elezione scontata da quando, nella mattinata di sabato 31 gennaio, sciogliendo la riserva Angelino Alfano ha detto che Ncd avrebbe sostenuto il candidato di Renzi pur contestando il metodo del premier (e questo alza il sipario su una nuova possibile alleanza tra i due) . Mattarella ha ricevuto 665 consensi, molti più di quelli necessari. Ma spesso i numeri parlano chiaro e dietro la freddezza delle cifre si nascondono messaggi che non lasciano spazio ai dubbi. Silvio Berlusconi aveva detto che Forza Italia avrebbe votato scheda bianca ma nell'urna sono state trovate solo 105 schede senza alcuna indicazione sul candidato. Questo significa che almeno una quarantina di onorevoli hanno agito in modo diverso rispetto all'ordine di scuderia nonostante il Cavaliere avesse messo delle vedette vicino alle urne per cronometrare i parlamentari.  I grandi elettori azzurri si sono quindi spaccati: e lo si è visto anche in Aula quando alcuni di loro si sono alzati per applaudire Mattarella Presidente, mentre altri si sono avvicinati ai colleghi leghisti per esprimere il loro disappunto. Insomma, dentro Forza Italia la tensione è altissima. Ha certamente stupito il voto pro-Mattarella di Denis Verdini. Il "tessitore" dei rapporti tra Silvio e Matteo, alla fine ha scelto di votare l'uomo scelto dal premier: lui, che ha lavorato alacremente al Patto del Nazareno, ha deciso di esprimere il suo consenso per l'ex Dc proposto senza alcuna possibilità di dialogo da Renzi.  

Il commento della Rossi - Subito dopo il voto, Maria Rosaria Rossi ne approfitta per togliersi qualche sassolino della scarpa e, quando le chiedono che fine farà ora il patto del Nazareno, ma soprattutto come giudica l’esito delle trattative sul Quirinale condotte con il Pd per conto di Forza Italia, si sfoga: "Voi della stampa vi siete preoccupati così tanto del cerchio magico e non
tenevate conto dei disastri che stava facendo il duo tragico...".Da chi è formato questo duo? "Quelli che hanno trattato con Renzi...", taglia corto la senatrice forzista che non fa nomi ma probabilmente si riferisce a Denis Verdini e Gianni Letta, che in prima persona in questi giorni hanno seguito le consultazionì sul Quirinale per conto del leader azzurro.

In casa Ncd tensione altissima - Ma se tra gli azzurri il clima è teso, le cose non vanno meglio in casa Ncd. La retromarcia di Alfano sul nome di Mattarella ha creato moltissimi malumori nel partito. La prima, immediata, reazione è stata quella del capogruppo Maurizio Sacconi che ha deciso di dimettersi. La portavoce del partito Barbara Saltamartini si è dimessa da portavoce del partito ma non si escludono altri passaggi in Forza Italia o addirittura nella Lega di Salvini. Quest'ultimo subito dopo la proclamazione di Mattarella da parte di Laura Boldrini, ha detto: "Non è il mio presidente". E poi ha sentenziato: "Oggi è morto il centrodestra". Effettivamente questo sabato 31 gennaio non è stato solo il giorno dell'elezione del successore di Giorgio Napolitano m a anche quella che ha sancito ufficialmente la spaccatura dentro Forza Italia. E dentro Ncd. 

c

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianluca61

    01 Febbraio 2015 - 10:10

    Sempre detto: Silvio grande uomo, ma crede troppo agli uomini. Dare fiducia a un fiorentino poi e banchiere per giunta.. in certi casi commette delle ingenuità che lasciano senza parole. Certo che se scorriamo la fila lunga e illustre dei voltagabbana di destra a cominciare da fini .. ha ragione Salvini: il centro destra è morto ieri.

    Report

    Rispondi

  • tingen

    31 Gennaio 2015 - 16:04

    Effettivamente i fittiani sono usciti velocemente dall'urna, quindi hanno fatto scheda bianca.

    Report

    Rispondi

  • saritaboni

    31 Gennaio 2015 - 16:04

    Stavo ascoltando distrattamente una radio locale quando mi e' arrivata una notizia che mi ha fatto per un attimo accapponare la pelle: " strage di maiali" Ho pensato che l'Isis avesse messo una bomba micidiale in parlamento. Invece si e' ribaltato un camion di maiali destinati al macello.

    Report

    Rispondi

  • Chry

    31 Gennaio 2015 - 16:04

    comunque grazie a forza italia

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog