Cerca

Quello che (non) ho

Saviano e Fazio, segui la diretta sms su Libero

Questa sera alle 21.10 su La7 debutta il programma-evento: il commento live di Francesco Borgonovo

Saviano e Fazio, segui la diretta sms su Libero

Lieri sera, lunedì 14 maggio, alle 21.10 ha debuttato su La7 l'atteso programma-evento Quello che (non) ho con Fabio Fazio e Roberto Saviano. Ecco la diretta sms di Francesco Borgonovo su Liberoquotidiano.it.

21.19. Solita tiritera del martirio. Fazio travestito da Saviano. Solite battute su Silvio (pessima, quella della ricrescita). Sono già vecchi prima di iniziare. 

21.22 Almeno la ragazza iraniana aveva la scusa del regime. Questo Cesare Moreno che parla di lotta di classe che scusa ha?

21.24 Anche Favino. La sfilata per il vitello d'oro Saviano. 

21.26 Ricordiamo che ai tempi di Cuore, la parola per cui vivere secondo i lettori era "figa". E non aggiungiamo altro. 

21.28 Basta Fazio, ti prego. Ennesimo attacco alla Lega e Silvio. Parole che non vorrei far sentire a mia figlia: Fazio e Saviano. 

21.30 Bella canzone, Elisa. Yussuf al Islam. Il 68 però è passato per niente, se il burlesque è male solo perché l'ha citato Silvio. 

21.34 Vi prego, fatelo smettere. Perché Saviano si deve sempre grattare la testa? Una crema idratante? 

21.36 La storia che gli imprenditori si uccidono nella loro azienda l'ha detta Edoardo Nesi a Libero. E con molto più rispetto. E meno sospiri. 

21.38 Ma Saviano è lo stesso che parlava degli imprenditori come boss mafiosi? Rileggere Gomorra...

21.41 Queste cose le diceva la Lega quindici anni fa. Ma adesso le hanno scoperte gli amici progressisti e tutti dobbiamo piangere. Che ipocrisia. 

21.42 Dopo anni passati a dire che gli imprenditori sono padroncini, adesso ci propinano questa che piange.

21.46 Certo la finanziaria Aspide ispira fiducia...

21.37 Grazie Saviano, ricordaci che al Nord c'è la mafia...

21.58 E ci vuole la Littizetto per tirare su il morale. 

22.02 La Gerini nella pubblicità della dieta a zona parla come Saviano. 

22.06 Fassino in forma cosi privata che lo citano... C'è pure ZAgrebelsky...

22.09 Bella marchetta a Fassino. 

22.10 Per far ridere dobbiamo fare le battute sui gay, la prostata e i genitali. Grandi, moralmente superiori. 

22.11 Si vedono due autori, la splendida Samanta Chiodini e Francesco Piccolo, entrambi sprecati. 

22.13 Tette, palle, criceti nelle mutande. Evvai. 

22.14 L'immagine della donna in tv: le mutande della Littizzetto. Il meglio...

22.17 La lezione sulla mutanda nel prossimo libro di Saviano. 

22.19 Adesso per chiudere il pezzo sulla violenza sulle donne. Tanto per giustificare le mutande di prima. 

22.20 A furor di popolo, Samanta Chiodini viene eletta ragazza più bella della puntata. Nonché unica ragazza bella. 

22.28 Finora Pupi Avati è il più bravo. 

22.40 Massimo Gramellini mi fa quasi venir voglia di leggermi Ermanno Rea. Ed è tutto dire. 

22.43 Obi wan kenobi si rivolta nella tomba, Gramellini. 

22.45 Darth Vader contro Fazio: io sono tuo padre...

22.51 Il romanzo definitivo su Beslan è di Andrea Tarabbia, leggerlo. E scoprire che Saviano si ispira a lui. 

22.53 Citate Andrea Tarabbia per favore. 

22.58 Pagina 149 del libro di Andrea Tarabbia sul caldo. 

23.01 Deve citarlo, assolutamente, anche perché il libro è molto più bello.

23.23 Che vergogna. Non ha citato il libro da cui ha preso ispirazione. E lo ha scritto un ragazzo bravo e meritevole. E gli fanno pure la pubblicità al dvd di Repubblica. 

23.24 Facciamo la pace con Travaglio, ragazzi? 

23.32 Pure Lerner. Manca solo Scalfari. 

23.38 Vabbene Paolo Rossi. Almeno fa ridere. 

23.45 Ok, ci si divertiva, e dobbiamo pagare grazie a Erri De Luca. 

23.49 Nooooo i Litfiba noooo. 

24.00 Mancava solo Landini. Adesso possiamo dormire. 

24.02 Se il sindacalista non è un mestiere, Landini che mestiere fa? 

24.03 Favino non ha dormito questa notte? Che occhiaie ha? E l'acume dei dibattiti politici dove l'ha mai visto? 

24.06 Quello che non ha Saviano è il congiuntivo. 

24.08 Quello che non ho è voglia di vederli anche domani. Buonanotte. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • comunista88

    15 Maggio 2012 - 12:12

    questa è la vera televisione,e non quel porcaio di canale 5 italia 1 reti mediaset.fica culo droga.vergogna.

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    15 Maggio 2012 - 12:12

    "La trasmissione è stata seguita ieri sera da oltre 3 milioni di telespettatori (3.036.388), pari al 12,66% di share. Il programma, in diretta dalle Officine Grandi Riparazioni di Torino, ha toccato il picco in valori assoluti, pari a 4.156.000 telespettatori alle 22.13, durante l'intervento di Luciana Littizzetto. In share il picco più alto, pari al 18,45%, è stato registrato alle 24.11, in chiusura di puntata, durante lo scambio tra Fazio, Saviano e la Littizzetto su 'quello che ho' e 'quello che non ho'. Grazie a questo risultato La7 si attesta come terza rete più vista della serata".

    Report

    Rispondi

  • filippoIV

    15 Maggio 2012 - 11:11

    Alla facciona grondante sego di quel perdente di Ferrara. Alla faccia da (.....) di Borgonovo che si deve sobbarcare l'onere di scrivere che tutta la trasmissione va male anche se viene premiata dai telespettatori.MI sembra di vederelo Borgonovo abbligato a guardare una trasmissione che sta dando il meglio di se e dovre scrivere l'inverso! Grandioso!!Va detto che LA7 non è del servizio pubblico e sarebbe un danno per tutti se dovesse essere venduta. A proposito...chissà quali pressioni hanno ricevuto i proprietari per arrivare a questa decisione!Chissà TARAK BEN AMMAR da chi è stato invogliato a partecipare all'eventuale acquisto? Infondo, levare a De Benedetti la possibilità di essere concorrente di sua emittenza sarebbe una bella soddisfazione! E allora dai contro LA7..anche quando fa dei bei programmi!

    Report

    Rispondi

  • pestifero

    15 Maggio 2012 - 10:10

    come al solito hanno toccato il vostro benefattore e voi giù a criticate come vi hanno insegnato prima di comprarvi. La trasmissione è lenta e noiosa, magari la prossima volta si potrebbe parlare dell'"Attentato" al vostro direttore e capire cosa sia successo, l'anno scorso quando eravate amici della lega polemiche a non finire sui rapporti con la mafia e adesso? Non è giornalismo questo, è propaganda cieca e illiberale. Senza dignità. Detto da uno che non ha mai votato a sinistra in vita sua...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog