Cerca

Clerici

Rai, cade la prima testa Congelato il contratto alla Clerici

In attesa del nuovo cda, viale Mazzini ha rinviato l'approvazione del contratto per i programmi che Antonella condurrà per un totale di 3,8 milioni

Rai, cade la prima testa Congelato il contratto alla Clerici

 

Martedì prossimo la commissione di Vigilanza sulla Rai sarà chiamata ad eleggere i sette membri di sua competenza su un totale di nove. Ma i curricula dei potenziali candidati - visionabili solo dai parlamentari alla faccia della trasparenza - giunti in segreteria di presidenza sono oltre 300 e molti altri rischiano di giungerne nelle prossime ore. Varia umanità: giornalisti, storici, professori, uno psicoterapeuta (anche se ne servirebbero forse di più a viale Mazzini). Contorno di candidature e auto-candidature a parte, i partiti hanno già bello e deciso che voteranno: Bersani, salvo sorprese con la pattuglia variopinta del Pd, voterà Gherardo Colombo, ex magistrato, e Benedetta Tobagi, giornalista. Peccato che all’interno dell’ex pool di Mani Pulite non tutti abbiano accolto con favore la nomination. Antonio Di Pietro, oggi leader dell’Italia dei Valori, è  contrario, definendo in qualche modo «lottizzati» l’ex magistrato e la Tobagi (figlia del giornalista ucciso dalle Br). Favorevoli, invece, Francesco Saverio Borrelli, l’allora capo del pool, e Gerardo D’Ambrosio, il suo vice, sono favorevoli. 

 Il Pdl si orienta per la conferma dei consiglieri uscenti di proprio riferimento: Alessio Gorla, Gugliemo Rositani, Antonio Verro. L’ex Terzo Polo si divide sulla conferma di Rodolfo De Laurentiis, che piace all’Udc, mentre Fli e Api chiedono un nome nuovo. Insomma, l’unica cosa certa è che c’è grande incertezza per uno dei sette nomi da eleggere perché l’Idv non parteciperà al voto in Vigilanza per protestare contro il «non vaglio» dei curricula e la Lega Nord ha annunciato scheda bianca dichiarando di volersi sottrarre alle logiche lottizzatrici. Tanto per capirsi è un problema di voti: in Vigilanza il Pdl ha 16 componenti, il Pd 12 (il radicale Marco Beltrandi potrebbe non partecipare al voto o astenersi), la Lega Nord 3, l’Udc 3, Fli e Api 2. In Vigilanza vota anche Luciano Mario Sardelli, gruppo Misto. 

Mentre la politica discute, e i tecnici muovo pedine, al Settimo piano di Viale Mazzini c’è chi tanto per non sbagliare rimanda anche i contratti dei conduttori dei programmi già venduti agli inserzionisti pubblicitari. È il caso di Antonella Clerici. Nella seduta di cda - forse l’ultima se ne verrà nominato uno nuovo martedì - è stata rinviata l’approvazione del nuovo contratto biennale per i programmi che la Clerici condurrà nella prossima stagione e in quella successiva e che ammonterebbe a circa 3,8 milioni di euro.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Il_Presidente

    22 Giugno 2012 - 22:10

    sempre più contento di non guardare la tv mondezza da diversi anni.

    Report

    Rispondi

  • PACCHE

    22 Giugno 2012 - 14:02

    care le mie frittate.......

    Report

    Rispondi

  • decibel

    22 Giugno 2012 - 14:02

    possibile che non si possano assumere persone normali e con un contratto del genere ci fai vivere 50 famiglie. invece per anni questa tizia si è ingrassata a spese nostre senza il nostro consenso. noi paghiamo il canone noi dobbiamo avere la possibilità di decidere chi vedere e quanto pagare, con i soldi degli altri è facile firmare contratti.

    Report

    Rispondi

  • umberto2312

    22 Giugno 2012 - 07:07

    Se la pagassero 1000 euro a puntata, ce ne sarebbero 500 di troppo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog