Cerca

A luci rosse

"Sara nel porno voleva imitare Moana e Belen"

Il produttore della pellicola: "Nessuno ha mai drogato la Tommasi, stava bene"

Sara Tommasi

Le voci, le indiscrezioni e le presunte verità sul film porno di Sara Tommasi non finiscono mai. Prima l'avvocato Marra, che denuncia come Sara sia stata indotta a girare il film hard prima sotto l'effetto di cocaina e poi sotto quello dell'eroina. Quindi spuntano gli alieni: "Mi hanno impiantato un microchip nel cervello per farmi girare il film porno", ha spiegato la Tommasi. E ora tocca al produttore della pellicola, Federico De Vincenzo, che in un'intervista ha respinto al mittente tutte le accuse: "Davanti a me e alle altre 12 persone sul set - ha spiegato - Sara non ha fatto uso di stupefacenti. Poi che ci siano voci non tanto felici su Sara mi dispiace". Quindi De Vincenzo dà la sua chiave di lettura a quanto accaduto: "Mi disse, sarò più brava di Moana. E aggiungo che quando l'ho vista a Roma per iniziare a parlare del film non mi sembrava drogata neanche lì. Era carica e felice, voleva emulare Pamela Anderson e Paris Hilton. Si parlava anche del video di Belen...".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Bingo10

    30 Giugno 2012 - 12:12

    Sinceramente provo un pò di dispiacere per una bella ragazza come Sara Tommasi che potrebbe avere tutto dalla vita, ma che è vittima della sua debolezza e priva di persone amiche che potrebbero aiutarla. A cominciare da quel losco personaggio, bavoso di Marra e tutto il suo giro di mafiosi che hanno cominciato a sfruttare la sua immagine..e non solo. Coraggio Sara, riprenditi, buona fortuna

    Report

    Rispondi

blog