Cerca

"Il mostro di Firenze"

diventa un film

"Il mostro di Firenze"

Los Angeles - “Dolci colline di sangue”, il romanzo che racconta quarant'anni di indagini sul mostro di Firenze, scritto a quattro mani dal giornalista italiano Mario Spezi e dallo scrittore americano Douglas Preston,  diverrà presto un film. La Warner (oggi Grand Central Publishing), che il 10 giugno ha pubblicato negli Usa il libro, tradotto nella versione americana “The Monster of Florence - A true story'”(Il Mostro di Firenze - Una storia vera), ha annunciato l'acquisto dei diritti cinematografici da parte dello sceneggiatore premio Oscar Christopher McQuarrie (“I soliti sospetti”). Il libro è al quarto posto nelle classifiche di vendita del New York Times ed è diventato negli States un vero e proprio caso editoriale. La storia narrata da Spezi e Preston si compone di tre parti:  la prima fa riferimento alla ricostruzione delle indagini sul mostro di Firenze; la seconda contiene le considerazioni raccolte da Spezi nel volume ''Inviato in galera'', (scritto dallo stesso giornalista, quando fu arrestato, su mandato del pm della Procura di Perugia Giuliano Mignini, perché accusato di aver depistato le indagini ndr.); la terza è quella in cui Douglas Preston racconta il suo incontro con la vicenda Mostro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Giovanniduva

    13 Luglio 2008 - 11:11

    Non per buttarla sempre in critica, ma quando ce vò ce vò! Avremo la verità da un film? Visto che dalla Magistratura che dispone dittutte le forze di Polizia, di tutti i mezzi di intercettazione, di tutte le intercettazioni ambientali, di tutti i pentiti pagati lautamente a spese di Pasntalone; di tutto di più, non abbiamo visto, anche in questo meledetto caso, tirar fuori un ragno dal buco. Abbasso la blocca processi, Abbasso il lodo Alfano, abbasso soprattuto Berlusconi che dai tempi che aveva i pantaloni corti impediva ai giudici, con leggi ad personam, di compiere il loro dovere. (sigh) :-)))

    Report

    Rispondi

blog