Cerca

Lo show

Rai sobria, ma non con Benigni: ecco quanto pagheranno Roberto

Al comico quasi 6 milioni di euro per una serata sulla Costituzione e dodici puntate su Dante. Con i tecnici i compensi (per qualcuno) non calano

Rai sobria, ma non con Benigni: ecco quanto pagheranno Roberto

di Francesco Borgonovo

Sarà anche la Rai dei tecnici e dei sobri, ma i compensi di Roberto Benigni sono quelli milionari di sempre. Ieri sul Fatto quotidiano il bravo Carlo Tecce ha scodellato le cifre riguardanti il ritorno in video del comico toscano, che il 17 dicembre prossimo condurrà una prima serata su RaiUno. Il programma si intitolerà La più bella del mondo e si occuperà, almeno nella seconda  metà, della Costituzione italiana. La prima parte, invece, dovrebbe comporsi di un classico monologo satirico a base di battute più o meno politiche. Bene, per questo show, rivela Tecce, la televisione pubblica sborserà 1,8 milioni di euro. Tutto compreso: regia, scenografia, registrazione a Cinecittà. Produzione a cura della Melampo di Benigni e della Arcobaleno 3 di Lucio Presta. 

La domanda più ovvia è: vale la pena spendere tutti questi soldi per Robertaccio? Risposta: per quanto le posizioni politiche del guitto possano non piacere a tutti, sì. Basta guardare gli ascolti ovvero l’unica legge che conti in televisione. L’ultima volta che il nostro si è palesato sul piccolo schermo, cioè a Sanremo 2011, ha fatto il botto: 50% di share, con 15 milioni di italiani incollati allo schermo per vederlo discettare dell’inno nazionale. Un’infornata di retorica piuttosto stucchevole, ma di innegabile successo, mediatico e commerciale. Identica storia nel novembre 2010, quanto Benigni partecipò al soporifero Vieni via con me della coppia Fazio-Saviano: 25,48% di share, miglior risultato di RaiTre in dieci anni.


Leggi l'articolo integrale di Francesco Borgonovo
su Libero in edicola oggi, giovedì 15 novembre

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • humphrey47

    18 Dicembre 2012 - 21:09

    ..delle vecchie £, ci si pagano 12.000, si avete capito bene, dodicimila pensioni, cosiddette minime. Vergognatevi tutti!!! RAI, Benigni e supporter vari ,in special modo i compagni di cachet!

    Report

    Rispondi

  • Pantera grigia 35

    18 Dicembre 2012 - 16:04

    Dopo la Littizzetto anche il guitto Benigni ha utilizzato la tv pubblica per conto di una parte politica.Ma non doveva limitarsi a leggere la costituzione che, peraltro, in alcune parti e da cambiare specie per quanto riguarda le due camere ed il numero dei deputati e senatori). Certo che quando Berlusconi si ritirerà Benigni andrà per stracci.

    Report

    Rispondi

  • venaria

    18 Dicembre 2012 - 15:03

    Benigni, l' oscar della vergogna individuo viscido vomitevole, la sua malattia l' odio per Berlusconi che lo rende sempre più un essere insignificante.

    Report

    Rispondi

  • levantino

    18 Dicembre 2012 - 14:02

    Capisco il suo malumore,ma siccome si parla di Benigni gli altri cosa c'entrano? E poi se questa è cultura lascio soltanto a lei giudicare. Senza peraltro accusarlo,come fa lei,di essere di sinistra o di destra. Sono sicuro che con quei soldi dati all'imbonitore ci vivremmo bene tutti e due (o forse mi sbaglio)? Visto che quelli di destra,a suo dire,non sono acculturati e non guardano oltre il proprio portafoglio! Ripeto,beato lei!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog