Cerca

Share di San Silvestro

Carlo Conti stravince a Capodanno su Raiuno. Mentana: "E' il simbolo della crisi"

Il 31 dicembre pochi italiani sono usciti di casa, causa crisi. E così il veglione in tv è stato il più visto degli ultimi 15 anni

Carlo Conti stravince a Capodanno su Raiuno.  Mentana: "E' il simbolo della crisi"

di Francesco Specchia

Si tratta di un paradosso di Zenone nell’Italia di Monti. Qui si dimostra che il vero emblema della crisi è un presentatore tv abbronzato come un Comanche, avvolto nell’ironia che fu di Corrado Mantoni; un lavoratore indefesso che è la vera assicurazione sulla vita della Rai. Carlo Conti, l’ansiolitico vivente. 

L’altra sera, assieme ai botti, Conti è esploso nel suo ennesimo successo: L’anno che verrà l’appuntamento del Veglione di Raiuno da lui condotto ha intrattenuto 6.475.000 telespettatori con il 37.35% di share nella prima parte e 4.233.000 telespettatori con il 41.86% di share nella seconda. Numeri mostruosi. Intendiamoci. Vale per L’anno che verrà il concetto dell’altro show di successo di Conti, il Tale e Quale Show targato Endemol: sono programmi d’approccio elementare. Nel senso che anche un bimbo di prima elementare è in grado di capirne il meccanismo: c’è un sacco di gente variamente famosa sul palco che sorride e fa casino, e che, soprattutto, ti aiuta, da casa, nel conto alla rovescia per stappare lo spumante. Fine. Conti va indubbiamente applaudito: con Carlotta Graverini la Prima Miss del 2013, Raf, Marco Masini e Jerry Calà da fucilazione che stonava I like Chopin ha rimpinguato le casse Sipra e sostenuto la Rai, cioè noi. Eppure qui sta il paradosso.


Leggi l'articolo integrale di Francesco Specchia
su Libero in edicola oggi, mercoledì 2 gennaio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Newswan

    03 Gennaio 2013 - 16:04

    Un giorno scopriremo da chi sia raccomandato... un programma allucinante, 3 minuti ed ho girato canale, non certo su Fininvest comunque

    Report

    Rispondi

  • vany

    03 Gennaio 2013 - 14:02

    Tutti due abbronzati e sorridenti, mandateli a zappare è ora di cambiare di mettere persone più umili, più amabili meno saccenti e sopratutto più simpatiche. Cordialità

    Report

    Rispondi

  • biri

    03 Gennaio 2013 - 01:01

    Hai ragione, piccione. Non ti resta che emigrare. Possibilmente in Nuova Zelanda (purtroppo, sul pianeta non ci sono luoghi più lontani).

    Report

    Rispondi

  • bornfree

    02 Gennaio 2013 - 15:03

    Francamente non i pare che lo spettacolo di Conti avesse dei meriti particolari. Anzi. Tutto molto ovvio, super-ripetitivo, scontato. Poteva essere stato registrato 10 anni fa. Anzi, una proposta: visto che anno dopo anno i contenuti sono sempre gli stessi, la Rai potrebbe registrarne uno e riproporlo per i prossimi 20 anni. Risparmierebbe.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog