Cerca

Scomparsa improvvisa

Addio al "quinto Pooh", è morto Valerio Negrini, la firma dei successi

Era il paroliere della band. Suoi i testi dei più grandi successi del gruppo pop italiano. Era stata l'anima dei Pooh con Roby Facchinetti

Una morte che ha lasciato un vuoto nel panorama musicale italiano. E' stato il poeta dei Pooh
Addio al "quinto Pooh", è morto Valerio Negrini, la firma dei successi

Se n'è andato via per sempre il quinto Pooh. È morto a 66 anni Valerio Negrini, musicista e paroliere, noto per essere fondatore e autore dei testi della maggior parte delle canzoni dei Pooh. Si è spento nel tardo pomeriggio di ieri all'ospedale Santa Chiara di Trento, dopo un infarto. Nato il 4 maggio del 1946 a Bologna, Negrini, è stato il batterista dei Pooh.  Nel 1971 si dedica solo alla stesura dei testi per il gruppo. Batterista diventa Stefano D'Orazio.  Il suo braccio destro nella composizione dei testi è stato Roby Facchinetti. Tutti i successi della band portano la loro firma. Lascia la moglie e tre figlie. Commosso il ricordo dei Pooh: "È troppo difficile, in un momento come questo, riuscire a racchiudere in poche parole la nostra sofferenza, possiamo soltanto dire che la nostra strada è stata sempre tracciata dalla sua poesia. Non ci sono parole per descrivere un dolore così grande ed improvviso è una parte della mia vita che se ne va e già sento un vuoto incolmabile, buon viaggio amico mio",  hanno affermato Roby Facchinetti, Dodi Battaglia, Red Canzian e Stefano D'Orazio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog