Cerca

La santorina che batte Santoro

Giulia Innocenzi: "Per preparare la trasmissione ho visto Maria De Filippi"

Giulia Innocenzi

E' il giorno del trionfo, per Giulia Innocenzi. La santorina che batte il maestro Michele Santoro. La sua prima puntata di AnnoUno è stata un successo: 10% di share, quasi il doppio rispetto all'ultima puntata di Servizio Pubblico. E ora, Giulia, si gode il momento d'oro. Intervistata dal Corriere della Sera, però, attribuisce gran parte del merito al teletribuno Michele, con il quale collabora da cinque anni: "Questa trasmissione l'ha voluta lui, lui l'ha creata insieme a tutta la squadra di Servizio Pubblico. La vittoria è della squadra. Senza il maestro AnnoUno non esisterebbe".

Su "Libero" - Si parla poi della parola "santorina", che a Giulia non piace, e così spiega: "Sono abituata ormai" ad essere chiamata in questo modo. "Un giornale ha fatto un articolo sulle mie scarpe", ricorda, senza citare il sito di Libero. E ancora: "Posso dire che queste cose non mi toccano. Un quotidiano (in verità sempre il sito, sempre quello di Libero, ndr) ha fatto anche un sondaggio: Perché AnnoUno è andato bene? Perché c'era Renzi, perché non c'era Santoro, per le scarpe della Innocenzi?". La santorina difende il suo risultato, e afferma che la presenza del premier in studio non è stata determinante per il successo: "Il programma è andato bene fin dall'inizio, anche senza di lui".

W Maria - Ma è quando la Innocenzi svela il suo modello di riferimento che il lettore resta sorpreso. Giulia spiega: "Il primissimo Amici era l'unico programma dove i giovani parlavano senza che gli autori facessero delle costruzioni su di loro. Oggi i giovani li vedi solo in talent o reality, e lì non emergono le persone per quello che sono, ma gli scemi che gli costruiscono intorno. Maria De Filippi è la conduttrice che è riuscita e riesce di più a empatizzare con i giovani". Insomma, il modello a sorpresa della Innocenzi si scopre che è la Maria di Amici, pilastro di Mediaset.

Vita da Pif - Nell'intervista Giulia parla poi della sua vita privata e del suo amore con Pif, che sfotte sullo share: "Ha fatto l'1,2% E' molto, di solito fa meno". Quindi, sul compagno, aggiunge: "Io sono di Rimini e lui di Palermo: due mondi opposti. Io da ragazzina andavo in discoteca, lui a mangiarsi la pizza. Io sono più estroversa, lui più introverso". I due, inoltre, sarebbero molto disordinati. Ma la Innocenzi spiega: "Vinco io, ma è una gara al ribasso. Lui dice che la mia stanza sembra una cabina di una nave con il mare mosso. Adesso andiamo pure a vivere insieme, vedremo cosa verrà fuori".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cecco61

    11 Maggio 2014 - 22:10

    Ho visto la trasmissione, per sbaglio. Grande Renzi, ancorché troppe sono le differenze di pensiero per votarlo. La Santorina è stata semplicemente disastrosa, di una faziosità condita da un buonismo ipocrita e peloso da dare fisicamente fastidio. No comment sull'intervento del suo amichetto, quello coloured, che avrei rispedito in Africa a calci nel sedere.

    Report

    Rispondi

  • alberto55

    11 Maggio 2014 - 10:10

    E' inutile girare intorno alla cosa: il successo è legato semplicemente alla presenza di Matteo Renzi! Tutto il resto sono solo canzonette!!!

    Report

    Rispondi

  • ghorio

    10 Maggio 2014 - 17:05

    Che on Italia siamo strani è assodato: prima La Innocenzi veniva snobbata, adesso, con i dati fasulli Auditel , è diventata brava. Non guardo queste trasmissioni in tv, ma invito alla coerenza.

    Report

    Rispondi

blog