Cerca

Bangerz Tour

Scandalosa Miley Cyrus, live a Milano: elogio della Machiavelli del pop

Scandalosa Miley Cyrus, live a Milano: elogio della Machiavelli del pop

Da stellina della Disney a bionda trasgressiva con provocazioni stile hard-pop (inteso come musica condita da esibizioni al limite del prono), Miley Cyrus ne ha fatta di strada. Chi la ricorda stellina nell’adolescenziale serie tv Hannah Montana, si meraviglia nel vedere cosa è diventata questa ragazza nata a Nashville, la città Mecca della grande musica americana: una star che conosce il fatto suo e che, dopo aver ripassato la storia di Madonna e aver riflettuto sulla carriera della sua sorella maggiore di pop Lady Gaga, ha deciso nel 2007 di aggredire lo show-business dal basso, con show al limite dello scabroso. 

 

Il fine giustifica i mezzi anche nella musica e questa divetta furba e degna erede di Machiavelli, si trova ora a gestire, ad appena 21 anni, un successo planetario costruito su fondamenta solide che vanno dai dischi venduti - nell’ordine dei milioni di copie - a concerti sempre sold-out e conditi da una parossistica partecipazione dei Miley-fans. Stasera anche il pubblico milanese ne avrà la riprova visto che Miley terrà al Forum la sua unica data in Italia. Il palasport ribollirà di entusiasmo per questa controversa pop-star visto che i biglietti sono praticamente esauriti e sono rimasti soltanto pochi lotti per il parterre (74 euro) e per la tribuna Gold (96 euro).

Miley è reduce da un 2013 che le ha cambiato la vita e si è catapultata nel 2014 cavalcando l’onda di un colossale successo, risultato dell’ultimo album Bangerz e di una gestione sapiente – e spregiudicata – della sua immagine, rinnovata e lontana anni luce dalla Disney girl che era agli esordi.
Nel frattempo Miley non ha disdegnato neppure il cinema interpretando due film di un certo successo: LOL Pazza del mio migliore amico e Una spia al liceo, pellicole spartiacque del suo periodo giovanilistico e di quello musical-pop. Poi ha chiuso col passato: «Voglio che la gente si ricordi di me per delle cose più grandi, più grandi delle commedie, ma soprattutto per cose che riguardano la musica che scrivo e le canzoni che uno spera di lasciare al mondo perché ci pensi su».

 

Bangerz è uscito all’inizio di ottobre 2013, a tre anni di distanza dal precedente Can’t Be Tamed, e con questo album Miley ha impresso la prima vera svolta radicale alla propria carriera presentandosi con un sound moderno, più vicino al Southern hip-hop statunitense, e con brani onesti ma costruiti con le classifiche come obiettivo. Molto hanno influito la produzione di big statunitensi come Cirkut, Pharrell Williams e will.i.am che si sono accorti, lavorando al suo fianco, che Miley non era soltanto una divetta di plastica ma una giovane star in grado di sfondare per davvero.

Ed è stato qui che Miley ci ha messo del suo presentandosi con un look adulto e supersexy. Al limite del porno-soft ma anche autoironica e con tanta voglia di stupire, la ragazzina di Nashville ha poi deciso di raccogliere quanto seminato e si è lanciata in una gigantesca avventura live mondiale. Una scommessa il suo Bangerz Tour? No, una grande vittoria per la 21enne Miley che ha stupito tutti i suoi detrattori provocando uno scompiglio fra i benpensanti del pop e i nostalgici dei tempi di Hannah Montana. Il suo show è scintillante hollywoodiano e al limite del paradosso sessuale. Ma ironico e ricco di buona musica. Le coreografie sono un mix esplosivo di provocazione sexy, freak show e burlesque in puro stile Las Vegas. Un esempio? Stasera al Forum la Cyrus si presenterà al pubblico italiano uscendo da una gigantesca bocca. Fingerá poi di masturbarsi e potrebbe arrivare a cavalcare un gigantesco fallo gonfiabile. Fate un po’ voi... In realtà lo show non è di grana grossa come certe esibizioni di Britney Spears o di Katy Perry.

A metà aprile Miley è stata ricoverata d’urgenza proprio mentre era impegnata nella parte statunitense del suo tour. Molti show sono stati spostati al mese di agosto e questo inconveniente ha ovviamente moltiplicato illazioni di vario tipo sul suo stato di salute. I più benevoli hanno parlato di una sua gravidanza, i maligni hanno ricamato su un ricovero dovuto a un’overdose. Tutte voci prontamente smentite da Miley, sia a parole che coi fatti. E, a dispetto delle malelingue, dopo un paio di settimane di riposo, l’ex Hannah Montana si è imbarcata per l’Europa, dove ha iniziato - alla grandissima - la parte europea del tour.

Abbiamo visto lo show in anteprima a Londra quando la Cyrus ha fatto la sua prima rentreè dopo il misterioso ricovero. Lei ha sgomberato il campo da ogni equivoco: «Non mi sono fatta mai un’overdose di droga. Ho preso degli antibiotici per una sinusite e ho avuto una reazione allergica. Ma per il tour europeo sto benone, sono viva ed è fottutamente meraviglioso. Guardatemi, sono il ritratto della salute. Sono in fissa di brutto con le vitamine, il miele e la lavanda. Ho imparato tantissime cose su come prendermi cura di me. Probabilmente sono l’unica, in questo tour, che non beve o fuma nulla prima di uno show, perché prendo tutto molto sul serio. È quasi come essere un atleta, quando sei sul palco e una persona sballata non potrebbe assolutamente fare quello che faccio nel mio spettacolo».

di Leonardo Iannacci

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alkhuwarizmi

    09 Giugno 2014 - 10:10

    Non per atteggiamento facilmente disprezzabile come "moralistico", ritengo che esibizioni di sesso orale, masturbazione etc. costituiscano un aspetto molto deteriore dell'eros. Non stupisce che sia tutto esaurito: gli Italiani lamentano la crisi, ma non si fanno mancare niente quanto a vere porcate.

    Report

    Rispondi

blog