Cerca

La sfida tra gli agenti

Floris e Giannini, dietro al loro duello lo scontro tra Lucio Presta e Beppe Caschetto

Lucio Presta

Scaldano i motori le televisioni, i duelli dell'informazione da prima serata stanno per iniziare. Uno su tutti, quello tra Giovanni Floris e Massimo Giannini, rispettivamente su La7 e su su Rai3, rispettivamente l'ex mister Ballarò e il nuovo conduttore di Ballarò. Per il buon Floris, l'antipasto con la striscia quotidiana 19e40 è stato catastrofico: clamoroso flop in termini di ascolti. Ed in questo contesto è trapelata una notizia che, di sicuro, agiterà le notti di Floris stesso: martedì prossimo, al primo duello tra Ballarò e Di martedì, il "successore" Giannini porterà sugli schermi Rai niente meno che Roberto Benigni. Insomma un "pezzo da novanta" che rischia di far (stra)vincere all'ex penna di Repubblica il duello degli ascolti (Floris, da par suo, risponderà al fuoco con Crozza).

Parte uno - Ma dietro a tutto questo movimento, secondo quanto scrive Dagospia, non ci sarebbe tanto un duello tra conduttori (Floris-Giannini, appunto), ma tra i rispettivi agenti: Lucio Presta e Beppe Caschetto. Si parte dal secondo, che ormai ha concentrato tutti i suoi "sforzi" su La7, la rete di Urbano Cairo con il quale, inizialmente, non si era particolarmente trovato. Caschetto ha portato all'emittente nell'ordine Maurizio Crozza, Michele Santoro, Corrado Formigli e Michele Santoro, ma solo con il passaggio di Floris avrebbe trovato la totale sintonia con l'editore (in Rai, per ora, della sua scuderia restano Fabio Fazio e Luciana Littizzetto).

Parte due - Insomma, sui radar, secondo Dagospia ci sarebbe un Caschetto sulla cresta dell'onda, sempre più potente a La7, con "la produzione chiavi in mano dello show di martedì sera". Una circostanza che agiterebbe Lucio Presta, che dopo il - primo - flop di Floris tira il fiato: il rischio era che un immediato successo che avrebbe reso la sua posizione (ha portato Giannini a Viale Mazzini) ancor più difficile. E così, dopo aver tirato il fiato, presta rilancia con Roberto Benigni, appunto, la carta grazie alla quale, nell'ordine, Presta, Giannini e il dg Gubitosi potrebbero prendersi una sonora rivincita. Una rivincita per Presta ancor più necessaria dopo che alla "sua" Paola Perego hanno tolto la striscia quotidiana La Vita in diretta per affidarle la settimanale di Domenica In.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • totareo

    13 Settembre 2014 - 11:11

    per una corretta e ampia disinformazione .ormai siamo alla frutta anche i presentatori hanno l'agente,non più informatori ma divi.forse è ritornato il momento di una partita a carte in famiglia e lasciare venditori di fumo a cuocere nel proprio brodo.

    Report

    Rispondi

  • andresboli

    10 Settembre 2014 - 16:04

    che notiziona!! ci sono milioni e milioni di italiani preoccupati!!

    Report

    Rispondi

blog