Cerca

Nuove indiscrezioni

Robin Williams, le cause del suicidio: "allucinazioni e morbo di Parkinson"

Robin Williams, le cause del suicidio: "allucinazioni e morbo di Parkinson"

Solo qualche giorno fa è stato confermato, dai risultati dell'autopsia, che Robin Williams è morto suicida. Sono ancora tanti i misteri, tuttavia, su quanto accaduto l'11 agosto scorso nell'abitazione dell'attore, a San Francisco. Il sito di gossip Tmz, citando fonti vicine alla famiglia, ha rivelato che, a spingere l'attore a suicidarsi, sarebbero state allucinazioni dovute alla demenza da corpi di Lewy.

La malattia - Questa patologia neuro-degenerativa è correlata all'Alzheimer, ma anche al morbo di Parkinson, di cui l'attore soffriva. La demenza da corpi di Lewy è causata da depositi anomali di proteina fibrillare, che si accumulano nelle cellule nervose e provocano a chi ne soffre, decadimento cognitivo e allucinazioni. Queste potrebbero essersi aggravate per effetto dei farmaci usati per il Parkinson, come ha rivelato la moglie di Robin Williams, Susan Schneider: più volte il marito si era lamentato degli effetti collaterali conseguenti alla terapia seguita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • baffos

    12 Novembre 2014 - 13:01

    insomma era un attore da molti apprezzato con una vita piena di successi e delusioni , a quanto pare famiglie sfasciate e matrimoni falliti ,non ultima questa malattia e sembra una delusione professionale per la cancellazione di un programma che aveva avuto poco successo che lo ha ulteriormente depresso, ha pensato di farla finita lasciatelo in pace una buona volta

    Report

    Rispondi

blog