Cerca

Agon Channel

Sabrina Ferilli all'esordio albanese: "Non sono snob, l'Italia un paese provinciale"

Sabrina Ferilli all'esordio albanese: "Non sono snob, l'Italia un paese provinciale"

Dagli Oscar all'Albania il passo non è brevissimo eppure Sabrina Ferilli, in una lunga intervista concessa oggi, 20 novembre, a Repubblica, la prende con filosofia. La showgirl, che da dicembre condurrà sulla neonata tv albanese Agon Channel il talk show "Contratto" parte in quarta e al quotidiano diretto da Ezio Mauro confida le ragioni della sua scelta. "Molti si sono stupiti perchè vengo da "La grande bellezza": tutto perché è un Paese provinciale. In America non si stupisce nessuno se un'attrice fa cinema tv teatro e altro. E io sono molto “americana”, non sono snob. Becchetti è un imprenditore che ha ancora voglia di investire. Oggi chi ha i soldi non rischia. Poi, certo, avrà trovato condizioni vantaggiose, ma chapeau".

Pioniera - "Se non mi avesse pagato non l'avrei fatto, certo,  ma non è solo quello. Di proposte ne ho, nella valutazione ha contato la possibilità di fare da pioniera. Meglio essere il primo di un plotone che morire ultimo" confessa la Ferilli. Poi annuncia: "Ho girato il film di Ferreri e feci Sanremo, sono tornata al cinema con Virzì, poi mi sono innamorata del dottor Garinei e mi sono buttata nel musical. Mi piace prendere uno schiaffo in faccia e una medaglia. Nella vita devi misurarti" ha spiegato l'attrice. "Quando Becchetti me l’ha offerto mi ha incuriosito, Contratto assomiglia a Invasioni barbariche e a Porta a porta piuttosto che a "C’è posta per te", c’è molta materia umana, i personaggi fanno un percorso di vita. Sono venuti Christian De Sica, Giorgia Meloni, Walter Veltroni".

Cuperliana - C'è ancora il tempo per una breve deriva politica, in cui la bella attriice romana spiega la sua passione per l'ex candidato alle primarie Gianni Cuperlo (poi perdente nella lotta alle primarie con Matteo Renzi e ora leader della minoranza). "Io sono stata sempre per Cuperlo, non sto dalla parte di chi vince, anche a Miss Italia mi piace quella che poi arriva quarta. Oggi i livelli di linguaggio e di valutazione sulle persone sono meno rispettosi di quelli usati per gli oggetti. Arriveremo a rimpiangere Bersani, la gente ha bisogno di sentir parlare in un certo modo, il contrasto è stridente."

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vanni44

    22 Novembre 2014 - 14:02

    Tutti sti comunisti che si sentono americani ! Strano !!!

    Report

    Rispondi

  • ryckard56

    21 Novembre 2014 - 12:12

    come attrice non vale niente,non si capisce il suo successo,forse perchè è comunista con due belle tette.

    Report

    Rispondi

  • bocciatore

    20 Novembre 2014 - 18:06

    Mi ricordo quando intelletualmente affermasti: sono comunista perchè mio padre ha dovuto sempre dire grazie.

    Report

    Rispondi

  • alkhuwarizmi

    20 Novembre 2014 - 17:05

    Stia in Albania, nessuno ne sentirà la msancanza. Icona delle sinistre...mah

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog