Cerca

Cinema in lutto

E' morta Anita Ekberg: la diva della "Dolce Vita" aveva 83 anni

E' morta Anita Ekberg: la diva della "Dolce Vita" aveva 83 anni

Un nuovo lutto nel cinema: è morta Anita Ekberg, la musa di Federico Fellini e diva assoluta de La Dolce Vita. La Ekberg aveva 83 anni e divenne celebre in tutto il mondo per il bagno nella fontana di Trevi con Marcello Mastroianni nel capolavoro felliniano. L'attrice svedese, da anni, viveva a Genzano alle porte di Roma. L'attrice è morta nella clinica di Rocca di Papa, vicino alla capitale, dove era ricoverata. Poco tempo fa inviò una lettera-appello alla Fondazione Fellini chiedendo aiuto per le sue condizioni economiche e di salute. Secondo quanto si è appreso l'attrice era seguita da una tutrice perché non aveva alcun parente.

La carriera - Le Ekberg arrivò al cinema dopo aver vinto il titolo di Miss Svezia. Un ingresso roboante, direttamente da Hollywood grazie ai rapporti con il miliardario Usa Howard Hughes. La Ekberg interpretò subito pellicole di successo con Jerry Lewis e Dean Martin, aggiudicandosi un Golden Globe nel 1956 come miglio attrice emergente per Hollywood o morte. Nella sua carriera successiva alcuni kolossal come Guerra e Pace di King Vidor, quindi l'arrivo a Cinecittà e il film che l'ha resa celebre in tutto il mondo, nel 1960, La Dolce Vita. Come detto, la scena della Fontana di Trevi è un'icona del cinema mondiale. Con Fellini la Ekberg lavorerà ancora in Boccaccio '70, ne I clowns e ne L'Intervista.

Le ultime apparizioni - Nel resto della sua carriera l'attrice svedese ha recitato per maestri del cinema come Vittorio De Sica (Sette volte donna del 1967 ), ma si è prestata anche a pellicole decisamente meno autoriali, quali Casa d’appuntamento con la Bouchet (1972) o Suor omicidi del 1979. Le ultime apparizioni della Ekberg sono state registrate in serie televisive, come Il bello delle donne, trasmeessa nel 2002 su Canale 5. Ancor più recentemente era apparsa con Carlo Conti nella trasmissione I migliori anni su Rai1, in  cui - nel 2010 - si celebravano i 50 anni de La Dolce Vita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ghorio

    11 Gennaio 2015 - 17:05

    Una donna bellissima e molto più diva di tante altre. Poi succede che arriva la solitudine, una quasi regola della società attuale , dove non esiste la memoria storica e ci si dimentica, anche dagli ambienti ai quali una persona ha dato lustro, vedi in questo caso il mondo del cinema e dello spettacolo in genere.

    Report

    Rispondi

blog