Cerca

Festival 2015

Sanremo, le pagelle di Alessandra Menzani

Sanremo, le pagelle di Alessandra Menzani

10) Tiziano Ferro: finalmente uno che canta dal vivo. Non si discute

9) Malika Ayane: sexy anche con l’apparecchio ai denti, bella da vedere e da sentire. La sua canzone è giudicata dai più la migliore di Sanremo.

8) Il gobbo elettronico: la salvezza delle vallette

7) Chiara Galiazzo: bella canzone, lei è dimagrita e non sta male nel vestito giallo limone.

6) Albano e Romina: Quando hanno cantato Felicità è stato un momento magico, ma si vedeva lontano chilometri che i due si stanno profondamente sulle scatole.

5) Alessandro Siani: Non sarà un mostro di comicità, ma cosa ci si aspettava da lui? Satira blanda e banalità.

4) Le vallette; Non dico di imparare tutti i testi a memoria ma almeno mettere gli occhiali o le lenti a contatto per leggere il gobbo.

3) Gli autori: creano siparietti imbarazzanti e ce la mettono tutta per fare sembrare Rocio una mentecatta. Ma lei è più sveglia del previsto.

2) Raoul Bova: L’attore è andato a Sanremo a trovare la sua fidanzata, Rocio, solo una notte, ma ha parcheggiato male la macchina e si è preso una multa.

1) I 45 noiosissimi minuti dell’anteprima in cui i cantanti hanno spiegato i loro brani. Prima di cantarli. Un controsenso.

0) Gianluca Grignani: Stecca dal primo secondo all’ultimo della sua canzone. Uno strazio.

Alessandra Menzani

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kufu

    11 Febbraio 2015 - 16:04

    Che quello di Malika si chiami forse GRILLZ ?!?

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    11 Febbraio 2015 - 16:04

    le canzoni tutte sono una chiavica. spicca Arisa, senza dubbio. e' lei il volto di questo Sanremo. Dovrebbe fare di piu' pero'. La conduzione e' onesta, come deve essere, 10000 volte meglio degli intellettuali di sinistra per finta milionari come quelli dell'anno scorso.

    Report

    Rispondi

    • marcob_

      11 Febbraio 2015 - 20:08

      Un festival da bocciare, Contii inadeguato, tre vallette somiglianti a delle Civette impagliate, Siani che non sa di essere a una kermesse canora, non spara sulla Croce rossa ma si impicca da solo. Canzoni lontane dalla poesia di Mogol. Ma Sanremo non era la citta' dei fiori ?, tante edizioni fa erano ingentilite da un palco fiorito, ora di fiorito sono solo i portafogli dei soliti conduttori.

      Report

      Rispondi

    • marcob_

      11 Febbraio 2015 - 20:08

      Un festival da bocciare, Contii inadeguato, tre vallette somiglianti a delle Civette impagliate, Siani che non sa di essere a una kermesse canora, non spara sulla Croce rossa ma si impicca da solo. Canzoni lontane dalla poesia di Mogol. Ma Sanremo non era la citta' dei fiori ?, tante edizioni fa erano ingentilite da un palco fiorito, ora di fiorito sono solo i portafogli dei soliti conduttori.

      Report

      Rispondi

  • beppe53

    11 Febbraio 2015 - 16:04

    Ma costei che da i voti, lo ha visto Sanremo? Come fa a dare 5 a Siani che è stato un vero flop e 0 a Grignani, definendo la sua esibizione stonata..... Ma la canzone dove la ha sentita? Questo brano è tra i più belli di quelli ascoltati e non ho sentito stecche così eclatanti come la maestra ha scritto. P.S. A me Grignani sta antipatico, per come si comporta nella vita!!!

    Report

    Rispondi

  • satanik

    11 Febbraio 2015 - 14:02

    Tobyyy - Per te, c'è Merdaset.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog