Cerca

La conferenza

Carlo Conti: "Il mio sorriso a barchetta è uno yacht"

Carlo Conti: "Il mio sorriso a barchetta è uno yacht"

"Andiamoci piano, è ancora lunga...Certo, ora si pedala con il sorriso sulle labbra, con questi numeri. Il mio sorriso a barchetta è ora diventato un sorriso a yacht". Così Carlo Conti in conferenza stampa commentando gli ascolti di ieri sera al Festival di Sanremo. Il conduttore, alla sua prima esperienza di padrone di casa della rassegna, ha anche detto di aver provato "una sindrome nuova: quella del calciatore che tira un rigore e però sa solo il giorno dopo se abbia fatto gol..", per dare il senso dell’attesa dei risultati dell’audience.

La difesa Conti ha anche detto che "forse  Gufi ci sono sempre, ma non ci penso...". E poi ha parlato di "squadra unita che rema nella stessa direzione, io ho l’onore e l’onere di tenere il timone". E poi la battuta "mi spiace molto per quello 0,56% che non ci ha fatto fare il 50%!". Infatti la media share è stata del 49,34%. Inevitabile un passaggio, in conferenza stampa, sullo scivolone di Alessandro Siani. E in qualche modo lo giustifica: "Quando ha comunicato la decisione di Siani di devolvere in beneficenza (a due ospedali pediatrici, il Santobono e il Gaslini) il suo cachet non l’ha fatto come gesto riparatore". E Siani a Rdio 105 spiega: "Ho visto un bambino che teneva lo stesso volto simpatico del bambino protagonista del mio ultimo film - ha spiegato Siani a Radio 105 - Con lui mi è venuto da scherzare con il sentimento goliardico che c’era anche nel mio film". Poi chiude con una citazione: "A Sanremo anche un colpo di tosse diventa broncopolmonite". E così arriva anche il momento dell’autocritica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gigi primo

    11 Febbraio 2015 - 15:03

    E cosa poteva dire Conti!?

    Report

    Rispondi

  • pinodipino

    11 Febbraio 2015 - 15:03

    Tranquillo Siani se sei razzista diventerai sicuramente amico di Brunetta il quale con i razzisti della Lega nord, per intenderci quelli secondo cui i napoletani puzzano, ci ha governato insieme per vent'anni con rispetto e amicizia!!! POVERITALIAMIA!!!!!!

    Report

    Rispondi

blog