Cerca

Parapiglia

Gianluigi Paragone frega il Festival di Sanremo: fa imbucare due finti senatori. Ma poi li scoprono: rissa e denuncia

Gianluigi Paragone frega il Festival di Sanremo: fa imbucare due finti senatori. Ma poi li scoprono: rissa e denuncia

La Gabbia di Gianluigi Paragone, ovvero l'arte di smascherare la "casta" e i suoi privilegi. L'ultimo episodio della serie ha avuto come epicentro il Festival di Sanremo. Obiettivo della missione: dimostrare come per un politico tutto è possibile. Obiettivo centrato. Già, perché nella serata di giovedì 12 febbraio, la terza della kermesse canora, due inviati della trasmissione si sono presentati all'Ariston sotto mentite spoglie. Si sono presentati rispettivamente come il senatore Codazzo e il suo assistente Orgiato. Insieme a loro anche un corredo di (finte) guardie del corpo. I due, esibendo un tesserino parlamentare altrettanto finto, hanno insistito per ottenere un posto nella gremitissima platea, dove trovare un posto, per un comune mortale che si presenta senza biglietto, è un'assoluta utopia. Certo, hanno faticato, all'inizio non li volevano mica far entrare. Ma per un senatore, alla fin fine, un posto lo si trova. Sempre. E così è stato. Codazzo e Orgiato entrano all'Ariston. Peccato però che qualcuno li riconosca: "Non sono senatori. Sono quelli de La Gabbia...". E via col parapiglia, arriva la sicurezza che con modi tutt'altro che ortodossi impone ai due di "evacuare" l'Ariston. Ma non è finita. Arriva anche la polizia, che porta "Codazzo" e "Orgiato" in questura, dove vengono trattenuti dalle 20 alle 4 del mattino. I due inviati, inoltre, hanno denunciato il fatto che sia stato spaccato l'hard disk della loro telecamera. E sempre per quel che concerne le denunce, i due inviati di Paragone sono stati denunciati per "usurpazione di titolo", quello di senatore...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • salomoneadriano

    15 Febbraio 2015 - 21:09

    l'ISIS sequestrerà una nave militare Italiana e farà danni in Sicilia. ***Attenzione***

    Report

    Rispondi

  • cicalino

    13 Febbraio 2015 - 21:09

    Proprio nessuno che critica il comportamento ingenuo, credulone e molto lecchinossequiente verso la casta vera o peggio presunta? Quale reato? Paragone ha solo dimostrato quanto siamo italioti...!

    Report

    Rispondi

  • oviivo

    13 Febbraio 2015 - 16:04

    Paragone ma chi è costui? Chi lo raccomanda??!!!

    Report

    Rispondi

  • Uchianghier

    Uchianghier

    13 Febbraio 2015 - 14:02

    Avrebbero dovuto anche castrarli così potevano cantare sul palco con il coro delle voci bianche.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog